Dimenticare la persona “amata”…

Ciao,

continuano i nostri incontri con la s-traduzione dell’ultimo libro di Richard Bandler “Get The Life You Want”. Oggi ti parlo di una questione che, può davvero capitare a tutti…

magari sei fra i pochi fortunati che hanno conosciuto il loro primo partner, si sono sposati, e stanno inseme da sempre…ecco se questo è il tuo caso questo non è l’articolo che fa per te 😉

…se ti piace la PNL sai che è possibile utilizzarla “su tutto”,cioè su tutti i comportamenti e gli atteggiamenti. E’ una”meta disciplina” da cui si possono “osservare” i pattern del comportamento umano.

Come hai ascoltato in questo esercizio Bandler ti spinge a fare quello che già normalmente farebbe il tuo cervello. Infatti quando una storia finisce, il problema più grande (di solito di chi viene scaricato) è quello di liberarsi da tutti i bei ricordi…

…di solito si passa per una fase “di odio”, fase poco matura psicologicamente, per poi elaborare naturalmente. Questo processo segue le stesse vie del “lutto”…si tratta proprio di una “perdita”…e segue le stesse leggi, più è improvvisa e peggio è…più eri affezionato e peggio è…

Se il tuo partner ti ha appena lasciato ti SCONSIGLIO di praticare questa tecnica per un semplice motivo: hai bisogno di tempo fisiologico per elaborare il “lutto”. In letteratura è facile trovare numeri, come: 4 mesi, piuttosto che 1 anno,tuttavia sono convinto che il tempo sia decisamente soggettivo.

Concludendo: in questo Audio-esercizio puoi trovare una tecnica che si basa sul funzionamento naturale della tua mente. Ti ricordo che è importante il concetto di “naturale”perché, come sai, la PNL deriva dalla ipnosi ericksoniana che è “per antonomasia” un approccio naturalistico alla trance…

Lascia che ti mostri questa “piccola” differenza:

L’ipnosi non è la trance… L’ipnosi è la tecnica “artificiale”attraverso la quale accedi allo stato di trance. Tuttavia la trance, come hanno ampiamente dimostrato gli studi di E. Rossi su Milton Erickson, la trance è un fenomeno naturale cioè spontaneo…

Circa ogni 90 minuti la tua mente entra in uno stato fisiologico di trance, che, pare serva per “rigenerarti”.Attraverso la tecnica ipnotica è possibile apprendere come sfruttare questi stati “naturali” per ottenere dei cambiamenti…

Fammi sapere come è andato l’esercizio lasciando un commento qui sotto e se non lo hai ancora fatto iscriviti ai miei feed Rss.

A presto
Genna

Ecco gli altri “Audio-Esercizi” pubblicati:

1 PNL: Certificazioni… …2 Audio imperdibili 😉
2 Richard Bandler: “esercizio anti-stronzi” 😉
3 Richard Bandler: la time line e il tempo nella PNL…
4 “Ho tanta paura da sbellicarmi”…esercizio di PNL
5 “Esercizio Anti-Ansia” …
6 “Esercizio PNL convinzioni”
7 “Esercizio Anti-Panico…esagerare…”
8 “Esercizio per la Distorsione Temporale”
9 “La Cura Veloce delle Fobie”
10 “Come l’ Auto-Suggestione…
11 Cambiare lo “stato d’animo”…

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Relazioni di Coppia: Perché ciò che ami nel partner diventa ciò che odi?
Mindfulness: Vincere l’ansia da prestazione e migliorare la sessualità nella coppia
Seduzione e Relazioni: Come trovare e mantenere “l’Amore”
E’ davvero possibile imparare a sedurre?
15 Commenti
  • Ciao Gennaro, dove si trova l’audio per questo esercizio? Non vedo il link all’articolo, puoi linkarmelo? Grazie 🙂

    • Ciao Michele,
      li trovi tutti alla fine del post… ma trattandosi di post molto vecchi è facile non riuscire a trovare l’esercizio giusto. Vai alla fine del post, esplora i vari link, e nel caso non trovassi gli audio scrivimi un commento in quel post specifico. Spero di essere stato chiaro.

  • non c’è più l’esercizio, come fare per accedervi? grazie

    • Ciao Renata,
      il blog è in “manutenzione” presto troverai l’esercizio.
      Nel frattempo, se vuoi ascoltarlo, devi iscriverti alla mailing list (scaricando il materiale gratuito ed inserendo la tua email)… dovresti ricevere l’indirizzo ad una pagina con tutti gli audio che ho registrato negli scorsi anni, compreso questo.

      Fammi sapere se riesci a trovarlo

  • Ciao! 🙂 Lei mi ha lasciato l'altro ieri, dovevamo sposarci…. ora inizio con questo esercizio;
    situazione di partenza: stanchezza, ansia, tristezza, mancanza, voglia voglia voglia voglia. Poi posterò il commento dopo un po' di tempo per verificare l'efficacia. Incrociate le dita fratelli di dolore e ditemi buona fortuna! 🙂

    • Dopo quasi 2 mesi ti chiedo se hai novità…come sta andando?
      spero che questo semplice esercizio ti possa essere stato d’aiuto.

  • Grazie per la testimonianza 🙂

  • funziona sto meglio! grazie sei un grande

  • Roberto Prosdocimi
    Rispondi

    Ciao Gennaro, ho usato una tecnica che Bandler chiama "superare la soglia", (molto simile a questa tranne che usa le sottomodalità e non il movimento) su di una carissima amica, che non riusciva a venir fuori da una storia "asfissiante" per quanto ci provasse.Beh,ora si sente libera e serena :-))

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Grazie a te…per la tua testimonianza!

  • Grazie mille, mi è stato molto utile, mi ha aiutato a distendere i nervi.. Un saluto 🙂 ..

  • Ciao Marco,

    perchè la mente ha dei meccanismi naturali di "smaltimento del dolore"…per una buona efficacia è giusto aspettare almeno 1 mese…

    Genna

  • Ciao Gennaro,
    scusa perchè dici di non fare l'esercizio se si è stati lasciati da poco, non ho trovato le motivazioni nel post…

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Ciao Alessandro,

    con una guida è sicuramente meglio…e sarebbe divertente metterci una musichetta, come fa Mckenna in “Fast Phobia Cure”;-)

    Grazie per aver postato…spero che tu riesca ad accedere nuovamente con il tuo account…

    Genna

  • Bene,è un ottimo suggerimento anche se secondo me c vorrebbe una persona che ti guidasse nell’evento con i tuoi tempi,sarebbe più facilitata la cosa e in più aggiungerei una musichetta alla Disney che mi dici?

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK