Richard Bandler: “Cura veloce delle fobie”…

Ciao, eccoci alla nona puntata dedicata alla traduzione non ufficiale dell’ultimo libro di Richard Bandler

L’argomento di oggi è uno fra i più famosi della PNL, o meglio è uno fra i punti di forza che ha reso nota la PNL…

Infatti quando Bandler e Grinder hanno iniziato a notare la profonda efficacia del loro lavoro di modellamento dovevano soprattutto dimostrare.

In quel periodo c’erano pochi modelli di cambiamento e tutti presupponevano molto tempo…e sofferenza… Così nel giro di pochi anni, Bandler, Grinder, P. Mckenna e altri studiosi di PNL hanno portato in giro dei veri e propri spettacoli (tenuti in teatri) dove “curavano in modo rapido e divertente le fobie degli spettatori”…

Ognuno ha utilizzato una tecnica diversa…ma i principi alla base sono sempre stati gli stessi e nell’audio che ascolterai tra poco c’è la “struttura di base”:

 

Hai fatto l’esercizio? Questa è un metodo che, oserei incasellare fra le tecniche cognitivo-comportamentali. Una sorta di desensibilizzazione sistematica ma molto più veloce e divertente 😉

Una delle differenze più importanti fra i metodi classici di desensibilizzazione e questa tecnica è che si va subito alla ricerca di una esperienza forte…che scuota il soggetto e lo riporti in quello stato.

Mentre nel de- condizionamento classico si parte da stimoli poco forti per aumentarne gradualmente l’intensità…

Ancora, nella desensibilizzazione sistematica si associa allo stimolo temuto una sensazione di rilassamento… mentre nella dissociazione visivo/kenestesica si associa il divertimento e l’ilarità allo “stimolo temuto”.

Se mi segui ormai sai che non sono un bravo grafico 😉 ma ritengo opportuno avere una piccola rappresentazione grafica per comprendere meglio il processo descritto nell’audio…

Ecco i passi salienti dell’esercizio:

1) Trova un momento in cui la fobia è stata intensa

2) Immagina di essere in un cinema e di vedere la “scena spaventosa” (in bianco e nero) sullo schermo.

3) Immagina di andare nella cabina di proiezione e guardare te stesso…che vede te stesso seduto nel cinema…che guarda te stesso sullo schermo. (in PNL questa si chiama “terza posizione”).

4) Fai scorrere il filmato fino alla fine, quando tutto è passato e tu sei tranquillo…

5) Da quel punto, fai scorrere tutto all’indietro, come in un film divertente. Tutto va all’indietro: i movimenti, i suoni, le immagini e le sensazioni. Fai in modo che sia il più divertente possibile…metti una musica, i nasi da pagliaccio..ecc…ecc…

6) Scorri all’indietro sino ad arrivare nel punto in cui tutto deve ancora iniziare e quindi tu ti senti tranquillo.

Chiaramente l’esercizio può essere migliorato utilizzando le ancore (ad es. creando un’ancora per lo stato di divertimento e tranquillità da installare durante la eseguzione dell’esercizio), uno stereo con la musica divertente…ecc…ecc…. Trova il tuo modo preferito.

Da psicologo con una vasta esperienza clinica mi sento di dirti di stare in guardia. Nessuna “vendita negativa” ma solo si coscienzioso nell’utilizzare queste tecniche se lo fai su altre persone. Spesso le fobie “coprono” altri problemi “noiosetti”…ed è giusto essere emotivamente attrezzati 😉

Tu che cosa ne pensi? lasciami un commento qui sotto e se non lo hai ancora fatto iscriviti ai miei feed

A presto
Genna

Ecco gli altri “Audio-Esercizi” pubblicati:

1 PNL: Certificazioni… …2 Audio imperdibili

2 Richard Bandler: “esercizio anti-stronzi”

3 Richard Bandler: la time line e il tempo nella PNL…

4 “Ho tanta paura da sbellicarmi”…esercizio di PNL

5 “Esercizio Anti-Ansia” …

6 “Esercizio PNL convinzioni”

7 “Esercizio Anti-Panico…esagerare…”

8 “Esercizio per la Distorsione Temporale”

9 “La Cura Veloce delle Fobie”

10 “Come l’ Auto-Suggestione…

11 Cambiare lo “stato d’animo”…

12 Dimenticare l’amore

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
PNL e Ipnosi: Modellamento di Erickson da Stephen Gilligan…
PNL: sinestesie…”vedo ciò che dici”!
PNL: La dietrologia …
PNL e Mindfulness: I sottili legami nel mondo della crescita personale
15 Commenti
  • paura di aumentare la velocita in auto paura di non riuscire a controllarla paura di gallerie strettoie buio ecc di autostrada anche se è piu la paura della paura in quanto una volta in auto mi rassereno anche se la performance non migliora in quanto c’è inibizione a correre e paura di determinate situazioni dopo terapia breve strategica la situazione migliora ma non risolvo del tutto qual’è l’esercizio di elezione in questi casi?la pnl puo risolvere tale fobia?

    • No, la PNL può esserti d’aiuto a desensibilizzarti verso una di queste paure, ma non esiste la certezza che facendolo da solo tu possa uscirne completamente…neanche con un esperto di PNL. Per un vero percorso serve uno psicoterapeuta (un mio collega nelle tue parti) che conosca anche elementi simili alla PNL. La PNL può essere utile per fobie specifiche, a bassa intensità e senza la presenza di altre co-fobie.

  • Si se ti ha già dato qualche risultato prova ad insistere anche in momenti diversi, affronta gradualmente la tua paura senza scappare e fammi sapere come sta andando. Ps. Aggiungi a questo esercizio una meditazione mindfulness quotidiana in modo da diventere sempre più bravo ad accogliere le brutte sensazioni.

  • Ciao gennaro. Io soffro di emetofobia (paura di vomitare) da molti anni . Ho già provato questa tecnica e vedo che quando lo faccio funziona, cerco di pensarci ma non c'è la fobia solo un po d'ansia. Ma questo dura poco un giorno o al massimo 2che poi torna. Cosa mi consigli di farla diverse volte nell'arco della giornata anche quando non è presente? Ti ringrazio in anticipo.

  • Si esattamente questo…se non funziona prova a cercare nel blog "vincere la paura" o "superare la paura" e fai un altro esercizio. Tieni conto che devi ripeterlo più volte per avere un reale effetto desensibilizzante. In caso non funzioni ti consiglio di far visita ad uno psicoterapeuta, non perché "saresti malato" ma perché a volte da soli diventa 10000 volte più difficile.

  • Buongiorno, ci sono metodi specifici per chi come me, ha la fobia degli esami del sangue? Grazie!

  • Ciao Daniela,
    intanto voglio sincerarmi che tu sia la stessa persona che ha mandato entrmbi i commenti sull'arrossire… è così?

    Bhe…detto questo, si è possibile aiutarsi velocemente con la PNL, tuttavia devo ammettere che non è facilissimo. Ad esempio, più è specifica la fobia è meglio è… mentre l'arrossire non è così specifico perchè in realtà non esiste un "oggetto unico da cui scappare"… ma sono le situazioni sociali in genere a farlo.

    Hai diverse alternative:
    1- provare e riprovare l'esercizio fino a quando non ti viene bene

    2- usare il rilassamento o forme di auto-ipnosi. Infatti eritrofobia si tratta molto bene con questi strumenti.
    Anche il semplice fatto di rilassarsi o fare qualche meditazione "a-specifica" aiuta molto.

    …se invece la cosa è "debilitante"…e da sola proprio non riesci…

    il consiglio è uno solo: vai da un professionista, uno psicoterapeuta che utilizzi una forma moderna di terapia. Io voto per la mia, che è la psicotearpia ipnotica che funziona molto bene per questo genere di disturbi.

    Fallo sa sola, ma ti assicuro che se hai da parte qualche soldino fare un buon percorso psicoterapico può essere di grande aiuto. Nel lungo termine avrai risparmiato soldi e tempo 😉

    Genna

  • Ciao Gennaro,
    la mia fobia è quella di arrossire, arrossisco in qualsiasi momento di fronte agli altri, come posso applicare la pnl per risolvere tale fobia in poco tempo??? C'è un modo per diventare bianchi in viso o sentire fresco invece di avvamparmi per il calore?
    grazie mille a te e al tuo blog di speranza!

  • Ciao Gennaro, ho provato a fare questo esercizio con la mia fobia, cioè la paura di arrossire, l'eritrofobia! volevo sapere se puo' essere efficace in tempi rapidi perchè non mi fa vivere bene e mi sono isolata! Cioè non riesco a viverla ironicamente o con nasi da pagliaccio insomma! C'è un modo per radicare nel mio cervello di diventare bianca in viso anzichè rossa di fronte a qualcuno? Ti prego rispondimi…e complimenti per il blog..davvero utile e di speanza!!!

  • Ciao "anonimo":-)

    si è vero…visualizzare è un'abilità che deve essere allenata…ma più che allenata direi, resa cosciente…

    Inizia riproducendo le cose che vedi nella realtà esterna…magari con oggetti e ricordi vecchi. Ad esempio, ti ricordi quante finestre c'erano nella classe delle tue scuole medie? chi era il prof e che faccia aveva? ecc…

    Il segreto è che le immagini solo velocissime, quindi sono come dei Flash che ti balenano alla mente…

    Un altro trucchetto è quello della sovrapposizione: pensa al ricordo e nota che cosa è la prima cosa che ti viene in mente… immaginiamo che sia "una voce"… magari quella del tuo prof…

    …passa qualche secondo ad ascoltare la voce…e poi dalle un volto…

    La PNL è fatta dagli americani per gli americani…che "si dice" siano più "visivi di noi"…lo stesso processo che vedi descritto in questo articolo puoi farlo anche solo con i suoni o con le sensazioni…

    Fammi sapere
    Genna

  • Genna, sembra che nella PNL, ma nono solo, si dia per scontato che quando dici a una persona immagina di ….. oppure vediti in tale situazione… ebbene, sembra si dia per scontato che tutti ma proprio tutti lo facciano, io non riesco a vedermici neanche dopo ore!!!tant' è. Ciao.

  • Ciao Massimo,

    grande…se lo utilizzi in un contesto specifico fammi sapere i risultati 😉

    Genna

  • Hey,avendo letto qualche libro,devo dire che questo esercizio e’ veramente efficace,grazie Genna.
    Massimo

  • Ciao Valentina,

    si…il tuo è un campo dove queste tecniche possono davvero fare la differenza…

    Grazie per la tua preziosa testimonianza

    Genna

  • Questo esercizio io lo applico a volte con gli atleti che seguo (sono preparatore mentale) per diminuire il loro livello di ansia prima di una gara o superare il ricordo di un infortunio o di una sconfitta particolarmente “scottante”.
    Funziona!

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK