Non verbale: Occhi specchio dell’anima…

Ciao,

se conosci la PNL sai che molti dei suoi studi sono orientati alla ricerca sulla comunicazione non verbale. Questo ad un solo scopo: quello di “leggere la persona che ti sta di fronte” per una migliore efficacia comunicativa.

Uno degli studi più conosciuti e “bizzarri” della PNL è quello sui segnali di accesso oculari. Quasi sicuramente sai che in base a dove si muovono i tuoi occhi questo corrisponderebbe a diversi modi di elaborare le informazioni internamente…

Conoscere queste posizioni ti permette di allineare la tua comunicazione allo Stile cognitivo predominante di chi ti ascolta….

Un’altro aspetto molto interessante è quello legato alla dilatazione della pupilla… oggi non ti parlo di ricerche perché è davvero difficile cercare di imbrigliare questo affascinante fenomeno.

In generale quando ci piace qualcosa la nostra pupilla si dilata…esattamente come la postura del corpo che diviene più aperta. Ok è ovvio che questo varia in base alla intensità della luce.

Infatti la tua pupilla funziona come il diaframma di una macchina fotografica e varia la sua apertura (tempo di esposizione) in base alla quantità di luce. Ma quando sei in un determinato luogo, dove la luce è “stabilizzata” in genere la pupilla cambia in base alle emozioni che provi.

A questo proposito voglio condividere con te una intuizione che deriva dalla “antica saggezza cinese”. Come forse ti sarai reso conto i Cinesi sono particolarmente abili nel commercio e negli affari…oltre a possedere una delle tradizioni spirituali ed energetiche più efficaci del mondo.

Gli imprenditori cinesi insegnano ai loro venditori l’osservazione della pupilla del cliente. Se questa è dilatata significa che la contrattazione sta andando bene ed eventualmente si può alzare il prezzo o avanzare nuove proposte.

Viceversa, se la pupilla è ristretta significa che il clientenon è ben disposto o che qualcosa lo sta turbando.Infatti le emozioni di rabbia e angoscia sono associatead un restringimento della pupilla….

In altre parole la saggezza cinese è riuscita nuovamente ad imbrigliare alcuni semplici concetti per migliorare la efficacia del comportamento umano….come ha già largamente dimostrato attraverso tutti i suoi concetti di energia, meridiani…ecc…ecc…

Ammetto che mettersi a guardare le pupille richiede un certo periodo di “addestramento” ed esistono tanti altri segnali che sono più semplici da individuare. Ma tutto sommato, questo comportamento non verbale è sicuramente fra i più genuini perchè è impossibile da controllare consciamente…

…se infatti conosci la comunicazione non verbale, e ad esempio sei ad un colloquio di lavoro, puoi facilmente dissimulare e porti in posizioni che ti “mostrino” come competente…sicuro e rilassato…ecc…

…ma con le pupille questo è impossibile da controllare.Ci tengo a sottolineare che qualsiasi sia la tua conoscenza del comportamento non verbale, dissimulare serve poco perché i tuoi neuroni specchio (e molte altre cose)comunicano al tuo interlocutore il tuo stato interno…

Concludendo: “gli occhi sono lo specchio dell’anima”sembra essere uno dei proverbi più azzeccati…la scienza e anche l’esperienza dimostrano questo potente strumento per rendere più efficace la tua comunicazione non verbale…

E tu che cosa ne pensi? secondo te è possibile apprendere questa sottile e potente abilità? Lasciami un commento qui sotto e se non lo hai ancora fatto iscriviti ai miei feed.

A presto
Genna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
PNL e Coaching raccontati da Claudio Belotti…
Prevedere un crimine dal “non verbale” è possibile?
Comunicazione efficace: “La danza del rapport… elogio alla PNL”
PNL: “Come entrare – davvero – in rapport “
8 Commenti
  • per quanto detto nel 27 agosto da anonimo posso semplicemente dire che fin li ci riescono tutti. più facile per chi spesso si incanta nel vuoto. Se nel caso vogliate provarci sul serio imparate a lanciare gli inpulsi emotivi nella propria immaginazione o concentrazione. Quando saprete fare questo in livelli abbastanza alti potreste anche accorgervi il tasso di adrenalina in accumulo. Ergo riuscirete ad incanalare con un po di capacità in più l'adrenalina nelle articolazioni portando il corpo ad una potenza superiore alle vostre capacità abitudinali. questo può valere anche x i sensi quanto x i riflessi dell'occhio. le famose pupille.. Riuscito tutto questo attenti a non farvi come me scambiare x inumano..il potere delle emozioni controllato dalla propria mente rende diversi..

  • Ciao Anonimo,
    come fai a dilatare le pupille?

  • Io sono in grado di dilatarle ma non si ottiene alcun beneficio anzi.. Mentre si dilatano vedo terribilmente sfuocato, sarei a malapena in grado di riconoscere il contorno degli oggetti..

  • concordo le pupille sono un canale privilegiato del cervello,anche da un punto di vista fisico.

  • Ciao Remo,

    no non ricordi male e anzi…Betty era anche molto più brava di Milton nel riconoscere i famosi “segnali minimi della trance”…

    …tuttavia non saprei dire se sia possibile controllare voltontariamente la dilatazione…forse con un pò di esercizio si 😉

    Si…Darwin è stato fra i primi a riconoscere che le emozioni avevano un correlato comportamentale a livello del viso…idea che ha fatto la fortuna di ricercatori come Ekman…

  • Se non ricordo male la moglie di Milton Erickson riusciva a controllare la dilatazione delle pupille volontariamente, inoltre anche Darwin nel suo libro “l’espressione delle emozioni nel l’uomo e negli animali” sosteneva la stessa tesi già nel lontano 1872.
    Tu hai noizie in merito?
    Ciao Remo

  • Ciao Patrizia,

    non so dirti perchè tu non riesca ad ascoltare gli audio… ma sono certo che tuo figlio risolverà il problema 😉

    Grazie per la tua
    testimonianza
    Genna

  • Sono d’accordissimo con quanto ho letto sulla dilatazione o meno della pupilla e l’ho constatato quando ho fatto sedute psicoanalitiche e comumque m’interesso di questo ed altri argomenti seri cosiddetti di “confine” perchè ho un certo intuito naturale.Anche se non sapevo della pupilla, comunque l’occhio o lo sguardo mi indirizza molto. Poi c’è il caso di un mio figlio cheè nato con la pupilla allargata ma non patologica ed allora è un’altra cosa. Sono spiacente di poter solo leggere perchè non riesco a collegarmi con l’audio, eppure Media Player è attivo. sino a che non mi aiuta mio figlio leggerò. Complimenti, sito molto inteessante grazie.

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK