Comunicazione non verbale: chitarristi e neuroni specchio…l’importanza del Training

Ciao,

ancora una volta ti parlo dei neuroni specchio…e ancora una volta parliamo di fenomeni di sincronia dati dai più moderni studi sulla comunicazione non verbale.

Un gruppo di studiosi tedeschi ha osservato alcuni chitarristi mentre eseguivano un brano insieme. Se ti piace la musica certamente avrai notato che due professionisti(o seriamente appassionati) quando eseguono un brano sembrano essere “perfettamente sincronizzati”.

I suoni, i gesti e spesso anche le espressioni si uniformano,ma la cosa maggiormente interessante è che si sincronizzano anche le onde cerebrali…esatto l’attività elettrica del cervello di due persone che suonano insieme è identica…ripeto…NON simile…ma IDENTICA.

Gli studiosi hanno tirato fuori molte ipotesi per tentare dispiegare questa sincronia…e l’ipotesi più forte è certamente quella legata ai famosi (e italianissimi) neuroni specchio.

In particolare sembra che “l’ allenamento” permetta alle persone di entrare con più velocità ed efficacia in “armonia”fra loro. Dolenti o nolenti i neuroni specchio entrano in funzione comunque….tuttavia l’aspetto del “training”è importantissimo…

…infatti sapere che l’allenamento può aumentare questa abilità di “default” ci dice molto su tutti i corsi e i seminari che le persone seguono sulla comunicazione non verbale e su ogni area dello sviluppo personale. Soprattutto dice che puoi migliorare!

E’ chiaro che essendo la comunicazione non verbale una manifestazione inconscia ti sconsiglio di “cercare di controllarla”. Ma questo non significa che tu, se hai degli obiettivi specifici, non la debba coltivare Vedila come una preparazione sportiva…

Nello sport esistono i “fondamentali”, cioè degli esercizi di base che tutti gli sportivi ripetono durante il corso di TUTTA la loro carriera. I fondamentali devono diventare automatici quindi inconsci…

Per cui, se vuoi diventare un abile comunicatore ed usare il massimo della tua “gamma comunicazionale” devi ma soprattutto PUOI esercitarti.

Ogni giorno vengono fatte scoperte straordinarie in questo campo, lo studio che hai appena visto, conferma nuovamente che formarsi, studiare e applicare sono la strada maestra per il miglioramento personale.

E tu che cosa ne pensi? lasciami un commento e se vuoi seguire quotidianamente il blog, abbonati ai miei feed.

A presto
Genna

 

Ps. un GRAZIE di cuore a TE… google ha premiato questo blog dandogli 4 di ranking…anche se forse non sai di cosa si tratta sappi che è una “onorificenza” importante che prova la qualità dei contenuti del blog 😉 Grazie…Grazie e Grazie… 😀

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Comunicazione Non Verbale: Sei in grado di valutare la personalità dalla camminata?
Comunicazione non verbale: “la danza della attrazione”…
“Attenzione formatori – la comunicazione non verbale e la congruenza”
Psicologia: “5 cose da notare per svelare DaVVero le Bugie” ;-)
9 Commenti
  • Ciao Andrea,

    sperimentiamo il “Guitar Modeling” TM?:-D

    con tutte le volte che abbiamo suonato insieme hai già tutto quello che ti serve per… 😉

    Grazie!
    Genna

  • WOW! QUante super mega giga notizie!
    Un pò di sana invidia nei confronti del buon Genna… i complimenti del dott. Todero e di
    Fantechi, Roland Del Vecchio che commenta il tuo blog, il 4 di Ranking!
    Bhè, io la chitarra la strimpello un pò.. la prossima volta che suoniamo insieme puoi passarmi un pò di capacità attraverso i collegamenti dei neuroni specchio?!? 😀
    Grande Genna!
    Ciao

  • Ciao Sebastiano,

    certo che hai fatto bene 😛

    Se lo dice il “Primo Esperto Italiano di Ottimismo Realistico” nonchè preside dell’accademia, sono ancora più soddisfatto 😉

    Il pagerank va da 1 a 10… penso, con estrema soddisfazione che dopo la Bruno Editore, non ci siano siti italiani dedicati allo sviluppo personale che godano di un PR superiore a 4/5 😉

    Grazie
    Genna

  • Bella Gennaro…

    Scusa se, per ridere 🙂 la metto in 1a persona ma devo dire che:
    << le persone importanti si affiancano a persone importanti>>

    e visto che tu sei una persona sempre più importante… allora una volta di più mi dico di aver fatto bene a sceglierti come docente dell'Accademia!!

    Continua così!!

    Quanto è il massimo di Google Rank?

  • Ciao Roland,

    mi porti davvero una meravigliosa notizia! ho fatto molti corsi con Charlie, compreso conoscere il grande Robert Dilts…lui è un suo caro amico…

    …che bello…
    GRAZIE Roland!

    Genna

  • Ciao Genna,
    torno dal seminario di Riccione in cui Charlie Fantechi(per chi non lo conosce ancora è uno dei migliori ipnotisti), ha parlato – e dato dimostrazione – di ipnosi.

    l’ho salutato e nel portandogli anche i tuoi saluti mi son sentito rispondere: ” Grazie!…Gennaro Romagnoli è uno dei pochi che conosco che di ipnosi ne capisce veramente tanto !”

    Complimenti Gennaro!
    Questi riconoscimenti non si ottengono mai per caso. E’ il risultato delle azioni che compi, coordinandole con grande e ammirevole passione…

  • Ciao Ester,

    il mio GRAZIE va a tutte le persone come te che, commentando, contribuiscono a far crescere la qualità dei contenuti di questo blog…

    Grazie 🙂
    Genna

  • Per quanto riguarda questo post, che naturalmente condivido, non posso che essere d’accordo.
    Ho vissuto 6 anni della mia adolescenza in comunità, quindi inserita in un gruppo di ragazze e il vivere gomito a gomito tra di noi ha instaurato, per esempio, un frasario comune che poi abbiamo “espanso” nei vari nuclei che ognuna di noi frequentava nella propria scuola, e nello stesso tempo “assorbivamo” da essi altri comportamenti e modi di dire che poi adottavamo, scambiandoceli, nel nostro gruppo di casa famiglia. Da qui si può anche dedurre come ancora oggi i giovani si coniano comportamenti, micro-mode, modi di comunicare tutti loro che gli adulti in un certo senso subiscono e spesso non capiscono e non condividono.
    Prendiamo per esempio lo scambio di messaggi col cellulare: T.V.B.; M.M.T.; K.6?; ecc. ecc. Prendiamo il modo di vestirsi…quando è scoppiata l’era dei Bomber e degli anfibi, ragazze e ragazzi, visti da dietro erano tutti uguali, era impossibile distinguerli l’uno dall’altro.
    Insomma, credo che il “gruppo” abbia la peculiarità intrinseca di accomunare in “UNO” tutti i componenti.
    Per cui credo che questo si possa applicare a tutte le discipline, quindi, anche a quella della comunicazione, della crescita personale. Il punto fondamentale , secondo me, sta nel fatto di aggregarsi a chi dimostra doti migliori delle nostre, persone dalla quali possiamo imparare e che nello stesso tempo siano in grado di accettare il nostro meglio.

  • Ciao Genna,
    intanto ti faccio i complimenti per il successo ottenuto con google. Questa è una riprova tangibile di ciò che hai scritto nel post di ieri:internet fa emergere i talenti dando il giusto merito a chi se lo merita, nel contempo chi è “solo fumo e niente arrosto” è destinato a scomparire. La dimostrazione è la scomparsa di diverse pagine web (expirated).

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK