Sviluppo personale e professionale nella psicologia 2.0 ;-)

Ciao,

oggi ti parlo di un aspetto meraviglioso di internet èsoprattutto del fatto che c’è bisogno di una nuovamentalità per coltivarlo. La psicologia 2.0, comechiamarla è agli albori ma presto fiorirà…

Stavo parlando con un mio amico che si occupa, inmodo marginale di counseling, gli mostravo tutti glisplendidi frutti che sto raccogliendo grazie al blog eall’amore che ci metto nello scrivere quotidianamentearticoli di qualità.

Lui è un ragazzo decisamente intelligente ed hacompreso immediatamente la potenzialità del mezzoma ad un tratto mi dice una cosa:

“si…Genna capisco perfettamente…ma non vorrei mai diventare uno sfigato che passa la sua vita davanti ad un monitor…”

A quel punto l’ho fermato e l’ho ringraziato. Sai perchè?Perchè mi ha fatto capire un concetto potentissimo perlo sviluppo professionale di tutti…che esiste unostereotipo limitante che blocca le persone nellapropria crescita personale.

Gli ho detto subito di pensare al web come al telefono…chi50 fa non utilizzava il telefono e faceva il libero professionistaera “spacciato” 😉 Lo stesso sta accadendo con il web…credo fermamente che sia necessario imparare ad utilizzareinternet come un’amplificatore di te stesso…un pòcome fa l’ ipnosi con gli stati di coscienza;-))

E’ chiaro che chi non ha mai visto una tastiera abbia piùresistenze nell’iniziare a servirsi di questo “nuovostrumento” tuttavia è proprio qui che devi “uscire dallatua zona di comfort” e iniziare a metterti in gioco.

Internet non è un posto per “nerds” solitari…ma il nuovo,moderno e più efficace mezzo di comunicazione maicostruito nella storia del genere umano, e se tu vuoiamplificare il tuo impatto professionale è giustoapprendere come fare 😉

La cosa che mi rammarica nello scrivere questo post èche con molta probabilità lo leggeranno solo persone chegià utilizzano il web…e non quelle persone che ne avrebberorealmente bisogno per il proprio sviluppo personalee professionale.

Quindi…se conosci persone così…inviagli questo post èvedrai che ti ringrazieranno e lo farò anche io 😉

Piaciuto il post? lasciami un commento e se non lo haiancora fatto iscriviti ai miei feed…(se non sai cosa sonoclicca qui:-))

A prestoGenna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Sviluppo Personale: “4 spunti per tornare a lavorare…dopo le ferie”
Psicologia delle relazioni: “Patti chiari e amicizia lunga”
E-Learning: un “trainer olografico” a casa tua;-)
Comunicazione non verbale: 8 consigli per evitare una multa
2 Commenti
  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Ciao,

    non sei affatto banale…questa differenza è fondamentale in ogni ambito della vita dove esistono “mezzi potenti”…dal coltello da cucina (che puoi usare per uccidere o tagliare il formaggio)..a internet.

    Uff…maledetto facebook 😉 sono d’accordo se vedi che faccia libro inizia a diventare una dipendenza spegnilo 🙂

    Ultimamente ho “scoperto” che FB è in grado di creare singole liste a cui inviare i messaggi…questo (oltre all’aspetto sociale) mi sembra l’unica via per usarlo per un fine utile 😉

    Grazie
    Genna

  • Saturday night fever
    Rispondi

    Hai ragione Genna. Non per essere banale ma tutto dipende da come usiamo il mezzo.

    Domandone: quanto tempo buttiamo su facebook? Quando senti di avere sprecato le tue mezz’ore è arrivato il momento di spegnere tutto.

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK