Psicologia del Benessere: Ridere fa bene alla crisi economica? 10 Consigli Pratici…

Ciao,

ricordi l’ultimo post sull’importanza dell’umorismo? sonoconvinto che sia davvero utilissimo saper utilizzare eapprezzare questa risorsa di cui tutti (in misure diverse)disponiamo.

Penso che questo argomento sia di estrema importanzaperchè questo, l’umorismo, è uno degli aspetti piùcontroversi del comportamento umano. Se ci pensi untempo (poco meno di 50 anni fa) un insegnante non sisarebbe mai sognato di fare battute per i suoi studenti…

…mentre invece oggi pare proprio che fare battutedurante una lezione la renda più piacevole e sia in gradodi “imprimere con maggiore efficacia i concetti”…e nonsolo…

…esistono sempre più prove del fatto che, chi ama ridere,far ridere e cerca occasioni per farlo: hanno una elevataautostima, sono emotivamente più stabili ed anche piùsocievoli.

Nei Paesi anglosassoni, dove esistono corsi per apprenderequalsiasi abilità ti salti per la testa;-) esiste la AATH oAssociation for Applied and Therapeutic Humor. Questaha stilato 10 consigli per affrontare la crisi economica:

1) Cambia atteggiamento: non guardare più itelegiornali, comincia a contare quello che hai e non i tuoisoldi.

2) Fai contento qualcuno: ringrazia una persona chenon lo aspetta, magari con un biglietto.

3) Usa espressioni bizzarre e divertenti durante leconversazioni.

4) Metti in atto qualche gesto casuale, stupido magentile: per esempio indossa abiti buffi o spaiati.

5) Socializza con il cibo: metti un pacco di biscotti nellatua valigetta e comincia la riunione di lavoro offrendoli…

6) Conserva qualche foglio di carta da imballaggio con lebolle d’aria e usalo come anti-stress. Schiaccia le bollecon le mani, con i piedi, salici sopra e balla.

7) Usa la tua immaginazione facendo associazioni bizzarre:che cosa accadrebbe se la fiat e mediaseti si fondessero?Fiaset… E se la PNL, l’ipnosi e lo sviluppo personale checosa verrebbe fuori? Psicologia Neurolinguistica ;-))

8) Rinomina, dai nomigloli alle cose che ti annoiano: checosa è l’ancoraggio in PNL? è quando c’hai un coraggioda leoni 😉

9) Esagera: “siamo così poveri che quando ci mangiamole unghie apparecchiamo”…

10) Fai del sorriso la tua arma principale, sorridi sempredurante le conversazioni e leggi questo post sul sorriso esulla comunicazione non verbale.

In poche parole l’elemento più importante legato alla”abilità umoristica” è in assoluto la fantasia e la creatività.Quando “trovi il lato buffo delle cose” è perché riesci avedere le cose da un punto di vista nuovo e quindicreativo.

Tuttavia è sempre importante avere la sensibilità (chein PNL chiameremmo abilità di calibrazione) di vederequando è bene “usare l’umorismo” è quando questo èfuori luogo… come al solito “in medio stat virtus” 😉

E tu sei un tipo divertente? lasciami un commentoqui sotto e se non lo hai ancora fatto iscriviti ai miei feed.

A prestoGenna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Psicofarmaci “come caramelle”
Formazione On-line: l’ In-formazione in Italia
Sviluppo Personale: “l’obiettivo migliore e non avere obiettivi?”
Metaprogrammi: Riferimento esterno ed interno…sulla tua fronte ;-)
7 Commenti
  • … io mi sono innamorata di mio marito per il suo sorriso e sono 32 anni che siamo insieme…WOW!
    iL SORRISO è UN MERAVIGLIOSO E INTERPLANETARIO passe-pour-tout un rialssante, amichevole, corroborante, antidepressivo, incoraggiante, gratuito ( di sti tempi nn guasta! 🙂 ), rinnovabile, accattivante… (mettici quello che vuoi) NATURALE.
    Dal sorriso, al ridere il passo è breve.
    Per me è un ottimo antidoto allo stress, al pessimismo.

    @ Serpe Verde
    secondo me non è necessario che ti atteggi a struzzo, per esempio ti puoi avvalere di quelle notizie radiofoniche ridotte che riportano solo le notizie senza commenti, oppure leggere i titoli dei giornali, ma dai, iniziare la giornata, come fa mio marito alle 5 e mezzo del mattino, ascoltando tutte le rassegne dei tg… Dio che tristezza! come si fa a partire con un bollettino di guerra simile! Poi, a cosa ti serve ( e mi riferisco a mio marito) se tanto poi nn fai nulla di concreto per contrastare ciò che nn ti va! E’ un’indigestione di pessimismo, perchè se ti guardi intornola realtà è un pò diversa!ma nn voglio entrare in polemica perchè nn è questa nè mia intenzione, nè il luogo adatto.
    sono solo preoccupata perchè vivo ogni giorno l’effetto di questo su mio marito: a volte tribolo un bel pò per strappargli anche solo un abbozzo di sorriso… allentate la presa coi tg, e se proprio nn riuscite, allora passate una misura di tempo uguale a risollevarvi lo spirito con qualunque cosa vi faccia ridere o per mono divertire. Lo so, probabilmente ti starò dando sui nervi, me lo diceva anche mio marito, ma da quando gli sto dedicando un pò + di tempo per farlo ridere, il suo umore è notevolmente migliorato e adesso, la domenica pomeriggio, la passiamo girovagando per le colline qui intorno, passiamo 4/5 ore in auto a parlare, a ridacchiare, a prenderci in giro e a ridere; sta tirando fuori il suo lato comico e devo confessare che è arguto, piacevolmente attraente. Ricordati che ci vuole il tempo PER OGNI COSA ridere incluso!
    questo ti permette di vedere realmente le cose da un’altra finestra… quante finestre ha casa tua? bene, la nostra vita ne ha altrettante come minimo! TI SFIDO! 🙂 prova seriamente a ridere ogni giorno per lo stesso tempo che dedichi al tg, e poi dimmi. 🙂

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Ciao Ursula,

    i momenti di passaggio sono sacro santi e hai tutto il mio appoggio…prenditi il tuo tempe per fare quello che vuoi fare…

    Ehi…grazie al tuo commento mi sono reso conto di aver impostato male il post di oggi che invece di partire alle 7.00 AM (come tutti gli altri) l’ho dovuto lanciare manualmente…

    In bocca al lupo per
    i tuoi progetti
    Grazie 😉
    Genna

  • Ciao Genna,
    hai perfettamente ragione, volere è potere.
    ma dopo la decisione che sta cambiando giorno per giorno la mia vita, sono in fase di “riorganizzazione”…è solo questione di tempo, promesso!
    Vale anche per adm, sono un po’ assente mio malgrado…
    ma ce la posso fare, non ho dubbi!!
    Ursula

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Ciao Ursula,

    sono d’accorcordo con te e con
    la Francescato;-)

    Grazie Ursula…
    “volere è potere” quindi
    se vuoi puoi seguirmi
    come vorresti:-P

    Genna

  • Ciao Genna,
    penso che ridere sia una cosa seria, prendendo spunto dal libro della Francescato.
    Ma ne sono talmente convinta che passo gran parte del tempo a ridere e a cercare di far sorridere quelli che mi stanno intorno trovando il lato buffo delle situazioni anche più complesse. Cercare di essere più “leggeri” e di far respirare un’aria un po’ più fresca anche agli altri, soprattutto a quelli che vivono situazioni oltremodo pesanti a casa o a lavoro, penso sia gratificante da un punto di vista umano e non ci trovo niente di sbagliato.
    Grazie per i tuoi post, anche se non riesco mai a seguirti come vorrei.
    Con il solito incrollabile entusiasmo.
    Ursula

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Ciao,

    ho tradotto i consigli della AATH e in parte la penso come te…

    ma non del tutto 😉

    Genna

  • L’articolo mi ha trasmesso frustrazione, altro che benessere.
    Trovo frustrante privarmi come uno struzzo del telegiornale o schiacciare le bollicine d’aria, ecc. ecc.

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK