Richard Bandler: la time line e il tempo nella PNL…

Ciao,

gli esercizi tratti dal libro di Richard Bandler stanno riscuotendo un notevole successo…grazie a te! Ecco come promesso, anche oggi un altro esercizio tratto da “Get the life You Want”.

Ascoltalo qui sotto:

L’ esercizio di PNL è basato sulla Time-line o linea del tempo. Ma che roba è? è la rappresentazione metaforica di come gestisci mentalmente il tempo…o per essere più tecnici: è la tua codifica rappresentazionale del tempo!

In pratica si tratta di una rappresentazione mentale di come predisponi il presente, il passato ed il futuro nello spazio intorno a te.

Ci sono momenti dove il tempo sembra passare velocissimamente e altri dove sembra che il temposi sia fermato. Immagina questa scena: fra 2 minuti parte il tuo treno e lo sportellista ti sta facendo il biglietto…e sembra che sia l’uomo p-i-u l-e-n-t-od-e-l m-o-n-d-o 🙂 Ti è mai capitato? ;-D

Il tempo è nella tua mente, evita fraintendimenti, il tempo che scorre è uguale per tutti, ma come lo viviamo cambia profondamente da persona a persona.

Così, un formatore e ricercatore, Tad James, uno dei primi trainer di Bandler, ha scoperto un modo “realativamente semplice” per usare “come ti rappresenti il tempo” per migliorare…e cambiare…

Bhe…se segui PsiNeL immagino che tu già conoscessi questa cosa…tuttavia nel suo ultimo libro Bandler ha reso tutto molto semplice “quando ti lavi i denti”…mitico 🙂

A questo punto che cosa puoi fare con la tua time-line,talmente tante cose che Tad james ci ha costruito un’intera metodologia che ha chiamato time-line therapy (TM).

E, Michael Hall e Bob G. Bodenhamer hanno evoluto e  reso più esplicito il sistema…e puoi fortunatamente scoprirlo leggendo il libro “La Time line della PNL“edito da Alessio Roberti.

Michael Hall da ottimo “ricercatore” fa una bellissima analisi dei processi temporali nella time-line e nella psicologia. Tecnicamente applica gran parte dei pattern e degli interventi di PNL alla linea del tempo.

Il recupero di risorse è una delle pietre miliari della PNL e degli interventi psicoterapici moderni, ti basta pensare a esercizi come il cerchio dell’eccellenza …o le sedie della gestalt…

…anche la time-line generativa funziona nello stesso modo: vai indietro nel passato, recuperi una risorsa,tua o di qualcun altro;-) (la modelli)…ancori…e la porti nel presente…e la espandi nel futuro…ecco il recupero delle risorse in sintesi.

Ora, sei in grado di scoprire come “codifichi il tempo in modo rappresentazionale”…e anche come lo codificandole persone che ti circondano. Divertiti a cercare gli indizi non verbali di questa codifica nelle persone cheti circondano.

Ad esempio, potresti notare che quando i tuoi amici parlano di un evento passato, potrebbero guardare in una determinata direzione oppure indicare diverse parti dello spazio che le circondano…acuisci i tuoi sensi temporali ;-))

Vuoi saperne di più sulla linea del tempo? scrivimi un commento e se non lo hai ancora fatto iscriviti ai miei feed rss.

A presto
Genna

Ps. Gli esercizi sono volutamente modificati 😉

Ecco gli scorsi AUDIO – esercizi di PNL:

1 PNL: Certificazioni… …

2 Audio imperdibili

2 Richard Bandler: “esercizio anti-stronzi”

3 Richard Bandler: la time line e il tempo nella PNL.

4 “Ho tanta paura da sbellicarmi” esercizio di PNL

5 “Esercizio Anti-Ansia

6 “Esercizio PNL convinzioni”

7 “Esercizio Anti-Panico…esagerare…

8 “Esercizio per la Distorsione Temporale”

9 “La Cura Veloce delle Fobie”

10 “Come l’ Auto-Suggestione…

11 Cambiare lo “stato d’animo”…

12 Dimenticare l’amore

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Linguaggio ed esercizi di storytelling
Superare le piccole paure con l’immaginazione
PNL: “Il Metamodello e la sua logica reale”
Certificazioni in PNL …ancora?
11 Commenti
  • Grazie per la risposta tempestiva.
    Io non vedo l'ora di dedicarmi alla pratica, il problema è che non riesco a trovare da nessuna parte un esercizio consono alle mie esigenze.
    Mi dica se sbaglio, ma riguardo alla distorsione temporale sul blog si trovano dei modi per far passare più velocemente degli eventi che non ci piacciono. Mi dica ancora se sbaglio, ma il libro "il tempo per cambiare con la PNL" è una guida per ipnotisti che devono operare su dei pazienti (che comunque non manca di dare un sacco di induzioni positive ai lettori!).
    Io sto cercando un esercizio per andare in trance durante dei momenti precisi, in cui ho bisogno di percepire la realtà circostante come se si muovesse a rallentatore.
    Erickson usava innescare questo stato di coscienza in alcuni suoi pazienti, quindi presumo ci sia anche un sistema per indurlo a noi stessi autonomamente.

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Ciao Daniel,
    non è questione di conoscenza ma di pratica..insisti un po' da solo e poi in caso rivolgiti ad un professionista..evita di accumulare conoscenza…

  • Salve gennaro, complimenti per il blog.

    Sono molto interessato alla Timeline, in particolare a quella capacità di percepire il tempo in modo rallentato.

    Io sono un giocatore di baseball, e per me, poter applicare una tecnica del genere mentre sto per battere la palla durante una partita, sarebbe una manna dal cielo.

    Purtroppo ne i consigli di questo sito, ne il libro di Bandler "il tempo per cambiare con la PNL" (che ho appena finito i leggere) mi sono stati di aiuto.

    Forse perchè non ho nessun tipo di conoscenze riguardo l'ipnosi.

    Esiste qualche libro che tratti accuratamente questo perticolare aspetto di questa tecnica? Magari uno di Erickson.

    Inoltre sono aperto a qualsiasi tipo di consiglio.

    Grazie

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Ciao Mario,
    felice di essere utile 😉

    e grazie per il tuo
    commento
    Genna

  • Ciao Gennaro, rendi un servizio davvero grande, a chi come me conosce pochissimo l’inglese. Grazie!

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Bhe…Roland,

    sai bene che ogni tuo contributo è apprezzato e gradito 😉

    E’ giusto che tu “ti faccia gli affari miei”…è questo quello che amo dei blog e odio nelle “riviste tradizionali.

    Si, è vero posso moderare i commenti ma cerco di farli passare tutti anche i più “cattivi” 😉

    Qui non ci sono maestri…forse qualcuno con un pò più di esperienza…ma nessun guru 😉

    Fammi sapere che ne pensi anche dell’altro esercizio…

    Grazie

  • Si hai pienamente ragione.

    Il mio suggerimento mirava a informare quelli che potrebbero rinunciare a fare l’esercizio( non riuscendo a seguire le indicazioni )che esiste la possibilità di farlo rallentando il ritmo con cui lo hai descritto, semplicemente gestendo – a propria esigenza – il tasto del “play/pausa”

    tutto quì.

    Ma siccome non mi faccio mai i cavolacci miei… ecco come riesco a produrre le giuste incomprensioni.

    Ciao Genna!

    Ora vado a vedere/sentire l’esercizio di oggi

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Ciao Roland
    e grazie per
    il voto 😉

    Non concordo pienamente con “il tempo”…ognuno ha il suo. Tuttavia, statisticamente hai ragione, solitamente le persone ci mettono un pò a “rendere cosciente” la propria Time line.

    Te lo dico, perchè proprio ieri un caro lettore e collega (Andrea Diana) mi diceva che, mentre lo ascoltava, “senza volerlo”, si è ritrovato a svolgere l’esercizio 😉

    Caro Roland, ci tengo a conoscere la tua opinione anche su l’esercizio di oggi (3 Marzo)…

    Grazie per il tuo
    prezioso contributo
    Genna

  • Genna 10 +

    La mia time line forma una V . l’estrema sinistra è il passato, il punto convergente è il presente e l’estrema destra è il futuro.

    Nota Per tutti.
    Per far bene l’esercizio mettete in pausa ad ogni indicazione e prendetevi il tempo per focalizzare i punti che il suggerimento vi chiede di trovare.

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Ciao Manuel…
    troppo gentile 😉

    In realtà ne ho già parlato in qualche post scorso…tutto era iniziato con una teleconferenza…ma poi…

    a causa dei miei molti impegni off-line non si era concluso nulla…forse hai già capito 😉
    (tienilo per te…)

    Per domani ho preparato un altro audio-esercizio semplice e “di mia invenzione”…per miglirare le abilità di calibrazione e rapport;-)

    Grazie
    Genna

  • Caro Gennaro…che dirti ?
    Se tu non ci fossi, bisognerebbe inventarti !!! 🙂

    E’ un ottimo esercizio, semplice e tanto efficace !

    Che succede il 9 marzo ? Una piccola anteprima ce la regali ?

    un abbraccio

    Manuel

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK