PNL: la parola “neuro” aumenta la vendita…

Ciao,

se conosci la PNL sai quale è il significato del termineneuro all’interno dell’acronimo. E saprai anche chelo stesso Bandler dice “è un nome che mi sono inventato” 😉

E’ recente infatti lo studio sulla parola Neuromarketingun affascinante modello che si rifà a come è dovrebbefunzionare il nostro cervello. In realtà questa è una panzana 😉

E’ una panzana il fatto che esistano degli studi cosìapprofonditi sul cervello da pensare che una singola cosa abbia una singola funzione…

Immagina di andare indietro nel tempo di almeno 100anni e di portare con te un moderno PC… e di lasciare,inavvertitamente, alcune parti di questo…

Anche se alcuni “abitanti del passato” avessero visto lamoderna macchina funzionare…dopo come farebbero aspiegare il tutto studiando i singoli pezzi? sarebbe comecercare di capire come funziona un frullatore nel suoinsieme studiando solo la turbina…senza avere la piùpallida idea di come funziona il tutto organicamente.

Dello stesso parere sono Deena Skolnick dell’Universitàdi Yale e Frank Keil…nella loro ultima ricerca: che avevacome scopo principale quello di comprendere se, ad unutente normale bastavano “pseudo-spiegazioni” percredere nella fondatezza di alcune affermazioni.

Per pseudo-spiegazioni, intendo delle spiegazioni chein realtà non sono sperimentalmente fondate ma sonodegli artifici retorici…Quelli che Aristotele avrebbechiamato antinemi (un sillogismo logico errato)…

La ricercatrice ha voluto testare alcune affermazionipsicologiche, mescolando insieme quelle vere (come irisultati delle moderne ricerche) ad alcune “inventatea tavolino”.

Per farla breve, ripetendo l’esperimento in diversemodalità e con diversi fattori, si è scoperto che ilsemplice aggiungere la parola “neuro” al presuntostudio…dona un potere di scientificità che aumentala probabilità che quella ricerca sia vista comescientifica :-O

Questa ricerca, che è stata mostrata molto benenell’ultimo numero della rivista “psicologiacontemporanea” dal Prof. Paolo Legrenzi e daMaria Grazia Fravin…può portarti due vantaggi:

1) Sapere che nel marketing, il semplice aggiungerela parola “neuro” aumenta la probabilità che il tuoprodotto sia collocato fra quelli “scientificamentefondati”…

2) Saperti difendere quando senti la stessa parolina”neuro”…quando qualcuno vuole proporti un prodotto/percorso…

Oggi sempre più persone lavorano “inventano nomi” enelle aziende questo processo viene chiamato “naming”.Chi azzecca il nome giusto è destinato (in alcune nicchie)a fare una montagna di soldi.

Le parole sono magiche, diceva il “vecchio Freud”,e le nominalizzazioni ancora di più…direbbe il buonvecchio Bandler 😉

vuoi apprendere come Attivare la tua Creatività”? inventare nuovi nomi, innovare il tuo mercato o più semplicemente per la vita di tutti i giorni?

segui l’evento che sto preparando “Crea-Attività”…scarica la teleconferenza gratuita…e resta con le antenne alzate!Sarà un esperimento unico nel suo genere 😉

Come sempre…aspetto un tuo prezioso commento e tiinvito, in caso tu non l’abbia ancora fatto, ad iscrivertiai miei Feed Rss.

A prestoGenna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Ipnosi: Brent B. Geary il coordinatore dell’ Intensive Training della Erickson Foundation
Sviluppo Personale: “tutta la verità sul Neuromarketing”
Il Segreto Della Comunicazione Persuasiva ;-)
Profumo E Ancoraggio: Come Potenziare Le Associazioni Con Le Ancore Olfattive
4 Commenti
  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Ciao Sebastiano…

    ottima osservazione perchè nella…
    succede proprio così 😉

    Prima regola per creare curiosità è lasciare agli altri quello che manca 😉 non per niente è utile essere “abilmente vaghi e non vagamente abili ;-))”

    Domani e dopo domani farò due post in vero stile NPA 🙂

  • E bravo il mio Dott. Genna…

    Sempre sulla notizia!!

    Sapevi che una dei nomi più “furbi” dal punto di vista del marketing on-line, nella nicchia dello sviluppo personale e della Nuova Psicologia Applicata è: ….. ?

    Non lo sai?

    Sapevi che una delle tecniche più furbe per attirare i lettori è quella del post-interruptus?

    Si pratica così: devi prima di tutto …..

  • Gennaro Romagnoli
    Rispondi

    Ciao Marcolino…

    concordo…essendo tu un mio caro collega e amico neo-fita dell’cybespazio mi permetto di darti un piccolo consiglio…

    quando commenti sul mio blog, puoi inserire fra i tuoi dati il tuo sito…questo ti farà arrivare qualche visita fresca fresca 😉

    Genna

  • Ciao Genna, anche questo tuo articolo è molto interessante e mi sarà molto utile per il mio progetto “Ipnosi per la Salute” qui a Siena, anche perchè come sai mi inspiro davvero tanto al tuo lavoro: il fatto del “naming” credo sia una cosa potentissima se strutturata nel modo giusto, guarda ad esmpio il linguaggio dusato dagli adolescenti di ogni generazione, molte parole che usano sono inventate da loro e sono cariche di significati e acquisiscono così un valoro molto forte. Non so se concordi…

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK