Jill Bolte Taylor: una storia meravigliosa a cavallo fra neuroanatomia e trascendentale

Ciao,

conosci la dottoressa Jill Bolte Taylor? la sua storia èa dir poco sconvolgente…se ti piace la psicologia, losviluppo personale…ed il trascendente…questoè il post che fa per te…

La storia mia ha davvero commosso…bhe…faccio primaa mostrarti il video…”in Inglese” (clicca su uno dei 2tasti “player 7 o 8” se non visualizzi il video) :

Hai visto il video? io l’ho trovato bellissimo e mi auguroche tu sia riuscito a comprendere per lo meno la “storia”eccezionale di questa donna.

Mi permetto di fare una sommaria sintesi: Jill Bolte Taylorè una dottoressa che ha deciso di dedicare la propria vitaallo studio della neuroanatomia a causa della patologiadi suo fratello …la schizofrenia…

Dopo molti anni di ricerca, un giorno accade qualcosadi “imprevisto”, un embolo di sangue esplode nel suoemisfero sinistro…e tutte le sue funzioni cerebrali sisono spente…una ad una…lei ricorda tutto in modochiaro e vivido.

Nel video che hai visto, lei racconta che durante ildeterioramento delle sue facoltà mentali, ha avuto la più bella esperienza della sua vita.

Come probabilmente sai l’emisfero sinistro è quellodeputato alla: razionalità, all’ analisi e al linguaggio(e a molte altre cose)…mentre quello destro è quellodella fantasia, delle relazioni e della “visione d’insieme”.(e altro)…

Jill Bolte Taylor racconta che durante il deterioramentosono accadute cose meravigliose: ha visto che tutto etutti siamo in relazione. Non percepiva più la sua “finitezzafisica” ma si sentiva connessa con tutto e tutti…

ad un tratto ha sentito il silenzio…come se, quelloche chiamiamo “dialogo interno” in PNL si fossecompletamente azzerato…e si è sentita benissimo.

La scienziata conclude dicendo che questa avventura leha fatto comprendere che tutti noi possiamo deciderecon quale emisfero vedere la realtà.

In stato di veglia c’è un’asimmetria di funzionamentofra l’emisfero sinistro (quello dominante) e destro.In poche parole, quello sinistro funziona di più!(nel caso sia il dominante).

Quando ti rilassi, mediti, dormi e vai in trance accadeun fenomeno che si chiama “inversione emisferica”dove l’emisfero destro prende il sopravvento.

Forse “l’avventura” della Dottoressa è una testimonianzadel fatto che, quando “abbassi il funzionamento delloemisfero dominante siamo in grado di percepire il mondo in un modo assolutamente unico.

Piaciuto il post? Iscriviti ai miei Feed oppure scrivi uncommento qui sotto.

A prestoGenna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
“Depressione” e costume da bagno
Comunicazione: “Come e perchè usiamo il linguaggio”
Entrare in Rapport con “uno sguardo”
Consulenza Psicologica: “Pago solo se funziona”
4 Commenti
  • Ciao Genna,
    questo post ha attirato molto la mia attenzione perchè sono appassionata di neurologia. Fra i miei autori preferiti ci sono Lurija (Viaggio nella mente di un uomo che non dimenticava nulla, Il mondo perduto e ritrovato), Oliver Sacks (Risvegli, L’uomo che scambio sua moglie per un cappello e Un antropologo su marte sono i miei preferiti in assoluto). Riguardo al post mi fa venire un mente un altro libro di Mecacci intitolato “Identikit del cervello” che spiega il funzionamento degli emisferi nei vari soggetti, i poliglotti, i musicisti etc. Grazie per il contributo, non conoscevo la storia di Jill Bolte Taylor.
    Ursula

  • Ciaro Roland e
    si…il metodo conoscitivo della Dottoressa è stato proprio “estremo” ;-))

    grazie per il commento…

    Ciao Raffaele…
    tu sai quanto è difficile scrivere un post di alta qualità…di certo non è una cosa che riesco a fare tutti i giorni 😉 (pensa adesso ti scrivo dal poliambulatorio tra un paziente e l’altro)

    C’è un presupposto che voglio sottolineare in quello che scrivi: “i post markettari sono di basso qualità…” non sono d’accordo…

    Secondo me…vi ho abituati troppo bene…per “riassociarvi”…vi invito a leggere i 300 post del blog… (dei quali secondo il mio modesto parere 250 potrei venderli;-))

    Ps. I miei post sono TUTTI markettari perchè cercano di vendere me stesso ;-))

  • Complimenti per questo post interessante e originale!
    In effetti anch’io ho notato che, ultimamente, hai fatto un po’ troppo “marketing”, ma spero che saprai trovare un giusto equilibrio con i post di maggiore qualità.

  • roland delvecchio
    Rispondi

    Ci sono un’infinità di cose che io non conoscerò mai, e se mai riuscissi a conoscerle tutte, ci sarà sempre un modo nuovo per considerarle.

    l’esperienza della Tailor è la dimostrazione-estrema- delle infinite capacità creative del cervello di dare una risposta sempre nuova per ciò che ci circonda.
    – e’ solo una mia riflessione –

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK