Stress e Infarto: “attento al tuo capo”…

 

Ciao,

è dell’altro ieri la notizia di una ricerca enorme condotta dall’ “Occupational and environmental medicine” che proverebbe l’alta correlazione fra”capi cattivi” e “infarto”…

Lo studio svedese ha coinvolto 3000 impiegati (un numero altissimo per una ricerca) ed ha constatato che…

“I dipendenti che considerano il proprio datore di lavoro ingiusto hanno il 25% in più di probabilità di incorrere in gravi attacchi cardiaci”!

Percentuale che aumenta del 64% se si lavora da oltre 4 anni con quel datore di lavoro :-O una”significatività” a dir poco spaventosa….

La ricerca ha sottolineato che chi si sente, trattato male e/o sottovalutato tende ad assumere alcuni comportamenti a rischio…come stress, fumare,bere, guida spericolata, ecc.

Tuttavia voglio sottolineare che le moderne ricerche sull’ “infarto” hanno sottolineato che il fattore NUMERO1di rischio di ogni…attacco cardiaco …è lo STRESS!

Lo so…magari sei un medico e stai pensando ” ma questo è completamente fuori”;-) è invece ti assicuro che sono le ricerche nel campo della cardiologia a provarlo…

Tempo fa avevo scritto un post a proposito…proprio perchè (forse come te) ero sconvolto da questa notizia così imponente…

Poi…pensandoci bene, gli studi sulla PNEI e sulla Medicina Psicosomatica avevano già ampiamente illustrato questi fini passaggi fra mente e corpo…

C’è una soluzione? Certo ce ne sono molte:

1) Cambia posto di lavoro 😉

2) Medita e rilassati

3) Allena la tua mente a gestire meglio gli aspetti della vita…

Il terzo punto (che si interseca con il secondo) èmolto importante…perchè ti mostra che sono le opinioniche hai degli eventi a farti stare male…e nongli eventi in sè…

Come diceva il buon vecchio Watzlawick “non abbiamo mai problemi con la realtà di primo ordine ma sempre con quella di secondo ordine;-)”

Se vuoi leggere tutti i giorni il mio blog, senza sbattimenti… iscriviti ai miei Feed😉

A presto
Genna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Stereotipi e pregiudizio nella crescita personale
Le 15 regole per mantenere e coltivare l’amicizia
Autostima: “Come conoscere i tuoi valori, per migliorare la stima in te stesso”
La febbre dei bambini causata dallo stress della coppia

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK