Timothy Ferris e la “Legge di Pareto”

Oggi voglio parlarti di un libro che, quasi sicuramente hai letto…non è un libro di psicologia o quasi…Parlo dello “stra venduto” libro di Timothy Ferriss “4 ore alla settimana“…

Un testo che ti svela passo dopo passo come farein modo di lavorare “il meno possibile ” guadagnando di più…Interessante?

Inizialmente pensavo che fosse una “mezza cag….ta” ma leggendolo mi sono dovuto ricredere. Non solo è scritto molto bene…ma soprattutto…contiene informazioni preziose.

Non solo ci sono diverse “dritte psicologiche” per apprendereun determinato “atteggiamento mentale” ma i contenutisono tutti di valore…e attualissimi:-)

Tutto nasce dalla “Legge dell’80/20” nata dalle osservazionidi un matematico Italiano: Pareto (o Legge di Pareto)

In pratica Pareto, all’inizio del ‘900 studiando la distribuzione dei redditi si rese conto che era solo il 20% della popolazione a crearlo. E che questo era presente non solo in economia main tutte le aree della vita. In altre parole: “la maggior parte degli effetti è dovuta ad un numero ristretto di cause” (Wikipedia)

Applicazione: prendi un pezzo di carta e scrivi, per ogni area della tua vita quali sono le azioni che corrispondono al tuo 20%(Aree della Vita: Personale, Professionale e Relazionale)

poi, prendi una di queste aree…ed inizia ad ELIMINARE quelle azioni che secondo la tua stima corrispondono all’80% (in pratica quelle che non ti fanno raggiungere il risultato)e osserva i risultati…evita di pensare…”ma questa legge è una grande cavolata” e semplicemente sperimenta!Che sia “vero o meno” questo esercizio ti renderà consapevole di molte cose interessanti.

In questo video puoi vedere una presentazione intera di Tim Ferris e del suo nuovo libro “4 Hours Body”. Nel video comprenderai cosa significa questa legge di pareto, applicata al benessere psicofisico. Fammi sapere…

A prestoGenna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Sdoganato il termine “Coach”
Formazione: Intervista a Marcello Mancini
Un “Personal Trainer” sempre con te!
Wim Hof: “Guinness dei primati e sviluppo personale”…
4 Commenti
  • Ciao Anonimo,

    sono proprio curioso…questo è uno dei pochi post che ha sollevato questioni etiche…

    …e tanto che non prendo in mano quel libro perchè di appaltare i lavori "nel terzo mondo" non mi esalta moltissimo…per non parlare di altre 2 o 3 cose che mi avevano lasciato "l'amaro in bocca"…

    purtroppo non ho il libro sottomano per poter andare a leggere pag. 327… se vuoi rinfrescami le idee 😉

    Grazie
    Genna

  • sara come dite voi ma vi ricordate a pag. 327 il discorso di Steve, bene allora dimenticate le mosse scorrette.
    meditate gente

  • Ciao PierG

    si i “tuoi amici” hanno ragione, ci sono alcune mosse che possono essere “leggermente” scorrette…

    dipende un pò dal punto di vista con cui lo affronti…ma sicuramente è zeppo di ottimi consigli.

  • Premetto che non ho letto il libro.

    Alcune persone che stimo, mi hanno detto che c’è sicuramente del buono e alcune (20% ? 🙂 ) delle idee cardine non sono il massimo a livello di eticità.

    Hai notato anche tu questo aspetto?

    PierG
    http://pierg.wordpress.com

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK