Questo video è pazzesco…(Qigong)

Ciao,

l’altro giorno stavo leggendo un dei miei blog italianipreferiti, quello dello Zio Hack, che francamentenon ha bisogno di presentazioni…se sei appassionatodi sviluppo personale;-)

Nel Blog c’era questo sconvolgente filmato dove vienemostrato, con tanto di testimonianze, come alcuni medici,attraverso il Qigong riescano a guarire un cancro…

Guarda il Video:

Nonostante siano una valanga le testimonianze diquesto genere, mi permetto di essere ancora un po’scettico…

Così ho deciso di “lanciare la palla” a te lettoreper sapere come la pensi su un fenomeno del genere.

Fra i meravigliosi commenti che abbiamo avuto quisu P-NL (Psicologia NeuroLinguistica) ci sono dellemeravigliose testimonianze in merito…

La pratica del Qigong consiste nel assumere posizionisia statiche che dinamiche, unite ad un tipo particolaredi respirazione…muovendo “l’energia” (il Qi) nel corpo.

Un recente studio sul Qigong ha dimostrato che,questa antichissima pratica della quale sono statitrovati segni dell’epoca pre-imperiale cinese, èfra le tecniche energetiche più efficaci.

Lo studio ha evidenziato che la pratica del Qigong èestremamente efficace per: ridurre l’ansia e gestiregli stati nevrotici. Questi risultati si sono presentatisolo dopo pochi mesi di pratica:-O

Se conosci questo genere di “metodologie” sai quantosia lungo l’addestramento…ecc…ecc…invece pare chequesta disciplina sia fra le più rapide ed efficaci.

Ti lancio nuovamente la palla…tu che cosa ne pensi delfilmato qui sopra?

A prestoGenna

Ps. Non ci posso ancora credere ed invece è successo…ieri è passato il primo mese di AdM…e nonostante siapiena estate la gente continua ad iscriversi;-)))

Ti è piaciuto l’articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Controllo Mentale: “Derren Brown convince un uomo a commettere un omicidio”
“La comunicazione non verbale..e tutto il resto”;-)
Energie sottili…o sottili energie?;-)
PNL: “DHE vs. Silva Mind …e… Rilassamento Dinamico” ;-)
3 Commenti
  • bellissima domanda Andrea

    Penso che se accadesse non resterebbero più dubbi sull’efficacia di queste metodologie;)

    Gli appassionati di fisica quantistica direbbero che è la nostra “credenza” a impedire che accadano certe cose..

    Per ora credo che sia perché entrambi i “mondi” quello fisico e quello mentale sono uniti da un filo invisibile ed inscindibile…e che..quando troveremo i “meccanismi” principali saremo molto vicini a vedere cose incredibili

    Dopo tutto, quando riattaccano gli arti, le migliaia di fibre nervose si rigenerano praticamente “da sole”…permettendo (dopo una lunga riabilitazione) all’arto di riprenere le sue funzioni

    Genna
    Ps. Scusa gli errorini ma sto rispondendo dal browser del mio cellulare;)

  • Ancora un altro commento mio caro Genna: Siccome il “miracolistico” in questo periodo mi sta affascinando parecchio e mi fa riflettere, vorrei chiederti cosa ne pensi del fatto che tra tutte le “guarigioni” di cui ho sentito parlare non si senta mai di arti mozzati che ricrescono, gente morta che resuscita… quelle sarebbero guarigioni inspiegabili e miracolose! Grazie

  • Io rimango molto scettico e non sono buono a sintetizzare, per cui cerco di esprimere il mio pensiero in poche righe. In generale tutte le guarigioni “miracolistiche”, con qualsiasi tipo di tecnica conosciuta, hanno alla base un grande allenamento nel rilassamento, visualizzazione e suggestione (in breve: rilassamento dinamico 😉 ). Ciò che vorrei studiare è l’influenza della presenza dell’Altro, della Comunità, dell’infondere “energia” anche da parte di altri.. e mi ricorda molto la “preghiera di guarigione” presente in tante religioni.

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK