Olimpiadi in Cina…e i paradossi dello sport…

Ciao,

mentre scrivo questo post sono fiero dei risultati che l’Italia sta avendo alle discusse olimpiadi Cinesi. Credo che tu sappia “come mai” ho inserito l’immaginequi sopra…infatti queste Olimpiadi stanno “calpestando”i diritti umani…aggiungendo “legna al fuoco”. Forse ti stai chiedendo “ma perchè mi parli di queste cosesu un blog dedicato allo sviluppo personale?”…tra poco ci arrivo;-) Se segui lo sport del calcio sai quanto sia “corrotto” e marcio,e come gli interessi politico-economici che vi sono legatistiano divorando il VERO senso dello Sport… Cioè quello di educare e mostrare come, attraverso allenamentici si possa PACIFICAMENTE mettere in competizione. Così se guardi il calcio…sai che come primo “paradosso” c’è lamoda di “attaccare l’arbitro“…mettendo in discussione le suedecisioni e dando a lui …tutta la colpa… E’ inutile dire che “se l’arbitro…che rappresenta le REGOLE delgioco” perde la propria autorità…tutto il gioco perde il suovero significato. Infatti sarebbe sin troppo semplice giocare ad un gioco, in cui igiocatori possono liberamente decidere di “cambiare le regole”. Così nel tempo, la Lega Calcio, ha tentato di migliorare questa situazione prendendo spunto dal gioco del Rugby. Ormai, anche in Italia, i tifosi e gli appassionati di Rugby stannocrescendo sempre più velocemente…ed è sotto gli occhi di tuttiil fatto che…in questo sport, apparentemente violentissimo, nonsucceda neanche 1 centesimo di quello che accade sui nostrispalti. Non sto dicendo che il Rugby è migliore del calcio…ma solo che,osservando una partita…si può subito vedere la differenza. Così…come ti dicevo…la Lega Calcio…ha deciso di obbligare la”squadra perdente” ad applaudire la “squadra vincente”. L’effetto di questa forzatura è facilmente intuibile…NON è possibile obbligare qualcuno a fare qualcosa contro la sua”educazione” (cultura, schemi mentali, ecc…). Così, alcuni psicologi e sociologi si sono chiesti come sarebbe possibile migliorare la situazione…e la risposta sembra essereil ben noto e caro….modellamento…cioè la forma più potentedi persuasione “l’esempio” Educare attraverso l’esempio è una delle cose apparentementepiù semplici…allora perchè continuiamo a scornarci suicampi da gioco? Semplice…perchè se modelli la violenza…che cosa potraiottenere se non altra violenza? Se i bambini vedono i loro genitorioffendersi e insultarsi sino ad arrivare alloscontro fisico…che cosa faranno?Detto “fra me e te” è chiaro che sia davvero difficile ri-modellare anni di “cattiva educazione”…semplicemente parlandone…tuttavia potrebbe essere un piccolo passo. Al contrario di quanto si possa pensare, lo sport, può realmente essere un canale educativo potentissimo…e anche se alcuni intellettuali lo prendono sotto gamba…e ora che si inizi a fare qualcosa. Se tuo figlio ama lo sport…evita di educarlo alla violenza e allaintolleranza nei confronti degli avversari…tieni sotto occhio chi ha come modello… Se anche tu, incominci a stare più attento, potresti migliorarela vita di tuo figlio e quella dell’intero genere umano;-)”evviva il modellamento dell’eccelenza…e non quello dellaignoranza;-)” A prestoGennaPs. Complimenti a tutti gli atleti che stanno portando tantemedagli nel nostro splendido Paese;-))

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
E-Learning: un “trainer olografico” a casa tua;-)
Ansia: “6 consigli per gestirla”
Psicologia della Persuasione: “Nel web persuade di più la Razionalità o l’Emotività?”
“Ricercatore Indipendente della Crescita Personale”
2 Commenti
  • Verissimo…

    altro aspetto che ho preso “sotto gamba” è proprio l’influenza della famiglia…

    grazie per averlo sottolineato

    buona estate
    Genna

  • Prima di tutto mi associo ai complimenti per i nostri atleti. Poi da ex-allenatore (di baseball) so per certo che negli sport di squadra sono spesso i genitori il punto dolente dell’educazione sportiva. Non sempre si ha il campione in casa,anzi…

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK