“Comandare” la realtà con il pensiero…psico-cinesi?

Ciao,

nei racconti, nei film e nell’immaginario collettivo,fra i diversi”super poteri” quello più citato è sicuramente la psicocinesi…cioè l’abilità di spostare oggetti con la sola forza delpensiero.

Sfortunatamente, sino ad oggi, non abbiamo ancoratrovato un caso eclatante di telecinesi…e anzi lamaggior parte delle persone che sostiene disaperlo fare si serve spesso di trucchettida baraccone:-)

Qualche giorno fa stavo guardando super quark,programma longevo della Rai presentato dalmitico Piero Angela.

Ho provato a registrare la puntata…ma purtroppoil mio pc ha deciso che “non era giorno”;-) …l’haivista anche tu?

ti mostro l’unico “video prova” di psicocinesi, unadonna russa Nina Kulagina mai sconfermata!il CICAP fa pensa che, Nina, nascondesse deimagneti nel reggiseno…guarda il video originale:

Nella puntata di super quark i ricercatorimostravano come, collegando una macchina al”cervello” sia possibile controllare apparecchiatureelettroniche…SOLO con la forza del pensiero.

Ma come diavolo funziona?

Quando uno stimolo entra nella coscienza, inpratica “quando pensi a qualcosa”, scatta uninterruttore interno che i neurofisiologichiamano P300

La P300 è una depolarizzazione della attivitàelettrica del cervello…e può essere osservatasolo attraverso un poligrafo (macchinario dicui ti ho parlato più volte).

Il soggetto scopre pian pianino come muovere lecose intorno a lui…dapprima impara a selezionarealcune immagini invece che altre (una sorta ditraining alla discriminazione), avendone unfeedback diretto dallo schermo del PC.

successivamente gli fanno accedere e spegnerealcune “lampade”…per arrivare anche a: rispondereal cellulare e riattaccare, far partire il forno oppureaprire la porta di casa.

Il principio del training…è molto simile a quello cheviene utilizzato con il biofeedbaack…ad esempio neho svolto uno (da sperimentatore) in cuiinsegnavamo alla gente a controllaredelle forti emicranie.

E’ semplicemente una macchina che si collegaalla testa (con una sorta di caschetto) e ad undito (esiste anche per le orecchie ecc.)…i soggettihanno davanti un PC portatile…

sullo schermo del computer c’è un razzo giallosu di uno sfondo blu…quando il soggetto entranello stato “psico-fisico” corretto (corretto perl’addestramento che si è precedentementeconcordato) il “razzo” parte ed inizia avolare…

scopo del soggetto è imparare a fare “volaredritto il razzo”…e dopo qualche ripetizioneessere in grado di riprodurre lo stessostato…ed allontanare le emicranie…

Anche qui il soggetto non sa da che parte”spostare il razzo”…ma in base ad un circuitodi continuo feedback con il computerimpara a direzionarlo dove vuole….

Presto utilizzerai la mente per chiamare eguidare la tua auto, per accendere le luci dicasa…e come stanno già facendo, operarea distanza…magari con la forza della mentemagari…in un prossimo futuro…

potrò scrivere questo post…solo pensandolo,senza neanche articolarlo…e magari potertitrasmettere con maggiore forza il messaggiodi crescita e sviluppo personale che puoitrovare qui su questo blog;-)

forse…ci renderemo conto…che già adessopossiamo comandare la realtà…con laforza del pensiero…lo facciamo TUTTIi giorni:-))

A prestoGenna

Ti è piaciuto l’articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Psicologia: Perché ci s’ innamora in chat? ecco il meccanismo psicologico “co-responsabile”
Persuasione: “10 studi su come Evitare di farti fregare” ;-)
Richard Bandler: Audio-esercizio…”ho tanta paura da sbellicarmi ;-)”
“Depressione” e costume da bagno

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK