“il tessuto della realtà” di Richard Bandler

Ciao

una delle prime intuizioni di Bandlere Grinder, i due co-creatori dellaPNL è stata quella di supporre chesotto ogni comportamento vifosse una struttura.

Più avanti negli anni, quando tutta lacerchia degli studenti di PNL era inattiva ricerca…sono emersi diversiaspetti.

Come i valori e le credenze, e tutti filtri (secondari) che possonolimitare o potenziare il tuocomportamento.

Più avanti nel tempo, Bandler, osservandoil lavoro di Dilts decretò che l’unione di:Stati interni, Convinzioni, valori,esperienze e aspettative erano”il tessuto della realtà”

Questa struttura che è in parte consciaed in parte inconscia può avere deimal-funzionamenti, magri dovuti allapovertà delle mappe oppure dellaeccessiva rigidità della struttura…

Qualche anno dopo, un certo Hilgard, grandestudioso di ipnosi, ha formulato una teoriachiamata neo-dissociativa…

Non sto a tediarti con la teoria precisa…lacosa importante invece che puoi ricordare è:quando la mente va in uno stato modificatodi coscienza (SMC)…

I moduli della mente (definiti da Hilgrard) si”scollano” e disorganizzano. Lo scienziato haconstatato che, quando si “ritorna” dallo SMCquesti moduli si riorganizzano in modomaggiormente armonico.

QUesto è stato osservato attraverso studi inlaboratorio. Il tessuto della realtà viene”disgregato” per essere nuovamente”ri-aggregato” al meglio.

Attraverso il Rilassamento Dinamico puoisperimentare questo affascinante ed utilefenomeno.

A prestoGennaro

Ti è piaciuto l’articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Psicologia: “svelare le bugie osservando le verità”
Psicoterapia…”un porto d’armi”
Derren Brown: i miei video preferiti sulla sua “arte persuasoria”
Richard Bandler: “Generare nuovi comportamenti”

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK