Ipnosi regressiva in Tv

Ciao,

 

ieri sera hai visto “il bivio” con Enrico Ruggeri? C’è stata una dimostrazione di ipnosi regressiva.

Ho utilizzato, per pura curiosità, l’ipnosi regressiva ma a dire il vero non mi piace molto…per diverse motivazioni che adesso non ti sto a spiegare 😉

I due “terapeuti” che hanno svolto l’induzione sono stati molto seri e professionali. Soprattutto per aver utilizzato il “poligrafo”.

Una macchina in grado di rilevare “in tempo reale”l’attività cerebrale e diversi parametri vitali. Anche se lo schermo del PC si intravede appena, il soggetto mostra evidenti segni di trance…

Constatalo con i tuoi occhi…guarda il video…che purtroppo è stato tolto da Youtube.

Come probabilmente saprai, l’attività del tuo cervello può essere misurata. L’attività elettrica del cervello è caratterizzata da 4 stadi differenti:

Ricordati che queste categorie sono, appunto categorie, servono esclusivamente per lo studio e l’analisi…non esistono davvero nel tuo cervello!

Tuttavia, la acquisire la consapevolezza dei diversi stadi è possibile, attraverso l’apprendimento di metodologie ad hoc…come quelle che trovi in Rilassamento Dinamico fra meno di 13 ore 😉

Stati che puoi toccare con ogni forma di meditazione esistente. Le pratiche di modifica dello stato di coscienza sono antiche quanto l’uomo e nessuno pretende di conoscerli meglio.

Tuttavia la ricerca scientifica ci ha portati oggi ad una conoscenza sempre più raffinata di tali stati.

Sono convinto che la dimostrazione televisiva sia affascinante ma come ti dicevo non credo molto nell’ipnosi regressiva, visto i risultati della ricercatrice Elizabeth Loftus.

Le nostre memorie sono molto meno fisse e molto più malleabili di quanto ci piaccia credere. Quando “la regressione ipnotica” è un fenomeno conosciuto e quasi spontaneo della trance, ma non è così “utile” come sembra.

Per quanto mi riguarda non funziona bene in terapia e non funziona bene neanche come metodo “mnemonico”, cioè per riportare alla luce fatti accaduti dal passato.

Lo so è sconfortante, ma questa è la mia esperienza ad oggi, vedremo nel futuro della mia formazione professionale cosa accadrà. 

E tu, sei curioso dell’ipnosi regressiva? L’hai mai sperimentata?

a presto
Gennaro

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Ipnosi: “chi è più facilmente ipnotizzabile?”
Ipnosi Yoga e Meditazione: Intervista a Manuel Mauri fra oriente ed occidente
Ipnosi: “Espandere la Coscienza” (Trance In & Out)
Ipnosi dinamica: Stefano Benemeglio e Marco Paret…

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK