Meditazione: Maestro Maharishi

Ciao,

è morto il Maestro Maharishi Mahesh Yogi, oltre ad aver contribuito alla diffusione della Meditazione in occidente è stato il gurù di diversi gruppi musicali e di molti personaggi famosi (Beatles, “fab four”, BeachBoys, Clint Eastwood, ecc.).

Nato in India il 12 gennaio del 1917, dopo la laurea in matematica e fisica apprese i segreti della meditazione da Swami Brahmananda Sarasvati.

Il maestro coniò la tecnica che è riconosciuta con il noto nome di “Meditazione Trascendentale”.

Dal 1917 ad oggi, il maestro e la sua divulgazione hanno vissuto di onori e glorie, ma anche di ostracis moda parte del mondo scientifico.

Oggi invece, diverse metodologie della Meditazione sono state sottoposte ad analisi e test da parte degli neuroscienziati.

Esistono moltissimi studi che provano l’efficacia delmiglioramento della salute, in molti suoi aspetti,da parte delle tecniche di Meditazione.

Per avere un’idea di quanto il progresso possa avere avvicinato occidente ed oriente, basti solo pensare ai convegni “Mind and Life“…

svolti fra il Dalai Lama e diversi scienziati e filosofi..tutti alla ricerca dell’unione fra la concezione di”spiritualità” e le moderne neuroscienze.

Concludo dicendo che lo stesso Maestro Maharishi ha contribuito non solo allo sviluppo di queste discipline in occidente…ma si è anche prestato per i diversi studi sperimentali sul campo.

Poche ore fa…all’età di 91 anni, ha lasciato il suo corpo.

a presto
Genna

Ps. Se vuoi seguire comodamente il blog, iscrivitiai miei feed Rss

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Meditazione: “Come meditare al sole”
Rilassamento: 8 Consigli Per Rilassarsi…
Meditazione: Perché meditare anche se non sei religioso?
Legge di attrazione: una meditazione guidata in 10 secondi!

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK