Creatività: “come diventare più intuitivi”

Sei una persona creativa? ti ho parlato in lungo e in largo della creatività perché la ritengo una delle abilità fondamentali per vivere bene. Nella ANL di questa settimana scoprirai un esercizio per migliorare la tua creatività, apprendendo come fidarti ed entrare in contatto con quella parte di te. Se mi segui sai che ho registrato molti audio che parlano di questo argomento…ma quello di oggi è particolare perché mette in contatto due mondi, quello del pensiero laterale e quello dell’intuito. Cioè lascia che mi spieghi meglio, entrambe queste abilità sono strettamente legate ma non sono proprio la stessa cosa.

L’hai ascoltato? si tratta di un esercizio molto simile ad altri esercizi, ma al contrario questa volta non ti chiedo di “generare nuove idee”…ma di attendere realmente che queste ti “saltino in mente”. Secondo un recente articolo l’eureka esiste realmente e si presenta proprio come un”lampo di genio”.

Moltissimi autori hanno parlato di questo stato particolare in cui… sei ricettivo. Per fortuna qualcuno ha studiato a fondo queste metodi che avvalendosi di strumenti con il bio-feedbackl …direi, alla ricerca dello “stato ipnagogico” (stato di coscienza che precede il sonno…quello al risveglio si chiama “ipnopompico”…mamma che brutto termine ;-))

Ma se vogliamo essere più semplici, basta semplicemente che tu inizi a fidarti di questa parte di te che genera naturalmente le buone idee e le ottime intuizioni. Diversi studi, come ti racconto nella ANL dimostrano che il nostro cervello: prende decisioni, percepisce la realtà, processa informazioni importanti e molto altro…completamente in automatico. Il rilassamento è solo un buon modo per farti avere sempre più fiducia di questo sistema.

Adesso vediamo la struttura dell’esercizio:

1) Trova un posto: tranquillo in cui poterti rilassare…e seleziona la tecnica che vuoi utilizzare. Per pura semplicità ti indico la famosa tecnica del conteggio 3…2…1… che puoi ascoltare in questa ANL.

2) Una scala: utilizza un accesso sia per approfondire il rilassamento e sia per “abituarti” (“condizionarti mi sembrava un termine un po’ fortino da usare, eppure è proprio quello che fai)

3) Luogo speciale: immagina un luogo speciale…ma evita di riempirlo di robe, così come potresti fare nel famoso”laboratorio” del Silva.

4) Soglia: ora immagina una soglia, va benissimo una porta ma se ti piacciono i paesaggi fantasy puoi sbizzarrirti nel trovare qualcosa che sia davvero significativo per te…magari potresti usare una porta intergalattica in stile stargate… insomma il limite è come al solito la tua fantasia.

5) Osserva: appena oltrepassato la soglia esplora ciò che realmente ti salta in mente. Questo che sembra il passaggio più semplice, perché richiede da parte tua una sorta di atteggiamento passivo è in realtà la cosa più importante che devi fare. Ricapitolando, questo esercizio non serve tanto per avere nuove idee… ma per avere più fiducia nelle tue personali capacità e nel tuo “inconscio”…che è probabilmente quel luogo da cui arrivano le buone idee!

Praticalo per un po’ di tempo e fammi saperei tuoi risultati, lascia un commento qui sotto 😉

A presto
Genna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Creatività e Coscienza: un semplice metodo per diventare più creativi
“il potere della natura sulla creatività e sulla società”
Crescita personale: Impara l’arte e mettila da parte… per potenziare il cervello
Creatività: “tanti consigli per aumentare la tua creatività”
Creatività: “limitare le scelte può rendere più creativi”
Creatività: “siamo tutti creativi…ecco come”
Creatività: “tirare gli oggetti a sè…aumenta la creatività”
Materiale Gratuito di PSINEL
10 Commenti
  • ciao Gennaro,
    bell'esercizio! Da un pò mi sono immerso nelle mnemotecniche e prima ancora di questo mi sono dato alla meditazione (e un pò di autoipnosi), ho avuto modo di appuurare che le immagini mentali spesso sono un efficace strumento per veicolare le abilità del nostro cervello e questa potrebbe essere veramente un buon approccio per veicolare l'intuito, davvero complimenti 🙂 tra l'altro mi riesce semplice visto che uso palazzi della memoria per memorizzare tante informazioni a lungo termine 🙂
    grazie come sempre

    Franco

  • Ciao Christian,
    certo che puoi darmi del "tu"…soprattutto
    essendo io…il primo a farlo 😉

    Sono contento che sia "meglio". Non sei il primo a farmelo notare, qualche vero invasato mi ha scritto che ora "si sente solo" ahahah…mi dispiace per chi aveva il tempo per leggerli tutti, ma il tempo sia mio che vostro è sempre meno.

    Il fatto di pubblicare meno mi permette di migliorare gli articoli, ad esempio dopo aver letto l'ultimo commento…

    Grazie STEFANO (lo scritto così almeno lo vedi ;))

    …mi ha permesso di migliorarlo (ho corretto un pò di "refusi" ed ho aggiunto la possibilità di poter scaricare l'esercizio.

    …"ah…a proposito Stefano, sarei tanto curioso di sapere i risultati sportivi, dopo aver applicato il mio esercizio" 😉

    Insomma Christian, rallentare mi permette di creare, per ogni articolo un vero e proprio "contenuto di alto valore"…

    Grazie mille
    Genna

  • Ciao Gennaro, penso sia un ottimo esercizio, soprattutto per chi come me si occupa di attività sportiva agonistica. Credo sia un buon sistema per preparare e trovare soluzioni alla gara sia per gli atletisia per i coach.Ti chiedo come posso scaricare l'audio in formato mp3 per poterlo riascoltare tranquillamente in mp3 con il pc spento. Puoi rispondere a volleyprojet@tiscali.it Grazie Stefano

  • ah Gennà, mannaggia'te !!
    6 popo'n macello! 😀
    scusa era per farti capire di dove sono :-DDDDD
    (dalle mie parti chi fà il bravo viene visto come un mezzo-matto)

    ti seguo da un pò di tempo e apprezzo
    molto quello ke fai!

    cioè: aiuti gli altri A GRATIS!

    penso si chiami altruismo
    o passione ???? boh!?

    l'esercizio è abbastanza efficace ANCHE con me ,che ormai da tempo ho perso alcune peculiarità che avevo acquisito in gioventù grazie al "mokso" (la meditazione post-lezione di arti marziali)

    continuerò a praticarlo visto che con l'autosuggestione e l'immaginazione creativa sto riuscendo ad ottenere risultati…
    (importanti,molto importanti)
    il mio commento è una testimonianza di STIMA,per chi ,come te,aiuta.
    aiuto=no soldi
    no soldi = onore
    onore = stima
    stima = come posso ringraziarti?

    queste sono le equazioni che muovono il mio stupido essere!
    e nonostante il Berlusca e Ruby continuano a guidarmi.
    forse sbaglio ma solo così riesco a campare dignitosamente con me stesso!

    ti auguro tutto il bene
    e ti ringrazio

    ciao,Alessandro

  • Intanto devo dirti (spero di poterti dare del tu 🙂 ) che hai preso un ottima decisione nel rallentare le pubblicazioni, questo davvero ci consente di analizzarla e metterla in pratica mentre aspettiamo altre piccole chicche.
    Ottimo il rilassamento grazie al "contegio", praticamente lo utilizzo da quando lo hai consigliato in caso di tensione alla guida, riguardo l'ultima ANL ho avuto la possibilità di cimentarmici ieri sera; l'ho trovato davvero piacevole come esercizio, continuerò a praticarlo attendendo i benefici. (:
    I miei più sinceri complimenti.

    Christian

  • Grazie ^_^

  • Grazie ^^

  • Grande Gennaro, anche questa volta
    mi hai stupito!..>Grazie<

  • Grazie a te Gio
    per la tua
    testimonianza 🙂

  • Ottimo esercizio, ho apprezzato il rilassamento propedeutico e i benefici sulla qualità e profondità della respirazione, un senso di benessere pervasivo e avvolgente…grazie Genna della bella esperienza.

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK