Psicologia: “Come scoprire le bugie”

Ciao,

se segui il blog sai che ho scritto molti articoli che parlano
di “come smascherare le bugie”. Questo argomento
è diventato piuttosto noto dall’arrivo di “Lie to Me”, un
bellissimo telefilm ispirato dagli studi di Paul Ekman. Su
questo argomento “ho scritto tanto”, per questo ho
deciso di raccogliere i migliori articoli e di inserirli qui…



Smascherare le bugie per risparmiare denaro

Ti piacerebbe se tutte le volte che le compagnie telefoniche
cercano di farti cambiare piano telefonico o il tuo consulente
finanziario” vuole farti investire in qualcosa…avere a una
macchina della verità con te? In questo audio esercizio ti
mostro una tecnica che ho preso in prestito dal mentalismo
per “sbugiardare i furfanti”. Come ogni tecnica che si basi
sulle abilità di “osservazione” (calibrazione) funziona con
dovuto esercizio…

Come si svelano le menzogne?
Esistono numerosi miti su questo argomento che vanno
dal comportamento non verbale ad alcune azioni
complesse che il mentitore metterebbe in atto. In questo
articolo scoprirai quali sono gli errori più comuni di chi
“cerca di smascherare le bugie” e anche quali sono alcuni
dei risvolti scientifici più importanti in questo campo…

Genna in Tv per svelare le menzogne 😉
Nella puntata del 3 febbraio 2010 sono stato ospite di
una nota trasmissione della Rai…”Festa Italiana” come
“esperto di bugie”. In questo articolo trovi il video
completo…ti avviso non ci ho fatto una bellissima
figura perchè, in corsa, sono state cambiate tante
cosine…ma è stato comunque per me una avventura
interessante 😉

5 cose da notare per svelare le bugie
Le menzogne si riconoscono meglio dalle espressioni del
viso oppure dal tono di voce? Uno studio controverso ci
mostra come il tono di voce sia decisivo nello svelare le
menzogne…forse più degli atteggiamenti non verbali
che di solito si tirano in ballo per questo argomento…

La calibrazione e segnali non verbali:
Uno degli aspetti più interessanti della comunicazione
non verbale sono gli indizi (gesti e atteggiamenti non
verbali) che hanno veicolano un significato preciso.
Purtroppo questi sono davvero pochi, ma gli studi di
Paul Ekman sulle emozioni ci dimostrano che non è
proprio così ….

Lie to Me
Questo è il primo post dove parlo del famoso telefilm
“Lie to Me”, molto prima che uscisse in Italia. Per queste
dritte devo ringraziare il mitico Zio_hack che, penso, sia
stato il primo in Italia a parlare di questo fenomeno: cioè
quello dei telefilm a “sfondo psicologico!”.

Il METT di Paul Ekman
Il Micro Expression Training Tool …ossia un vero e proprio
training online per imparare a riconoscere le espressioni
in tempo reale (le microespressioni). In questo post metto
in “mostra” 😉 i certificati che puoi ricevere semplicemente
giocando e allenandoti online (ci tengo a sottolineare che
non prendo il becco di un quattrino per consigliartelo ;-)).

Esistono gesti Universali?
Questa è una delle domande più interessanti nel mondo
della comunicazione non verbale, dove la maggior parte
dei gesti non hanno un solo e semplice significato. Infatti
dire che …ad esempio…grattarsi il naso significa che stai
mentendo è una malformazione semantica che in PNL
viene chiamata equivalenza complessa. Dove X significa
Y e non ha una corrispondenza reale nella realtà…

Le tre emozioni di chi mente
Se è possibile svelare le menzogne attraverso il linguaggio
non verbale, con le microespressioni…..quali sono quelle
che se messe a “nudo” rivelano la menzogna? pare che
siano 3 – Il senso di colpa per aver mentito – La paura
di essere scoperti e – la soddisfazione di averla fatta
franca…

Tutti mentono?
Uno studio molto interessante ci mostra che “tutti in una
qualche misura mentiamo”. Meidamente pare che tutti
mentano… la causa principale è la desiderabilità sociale,
cioè “apparire migliori agli occhi degli altri”… Una ricerca
a questo proposito rivela che le persone mentono
mediamente 3 volte ogni 10 minuti :-O


Macchina della verità e questionari

Il poligrafo o macchina della vertià è davvero in grado
di fornire dati attendibili sulla veridicità delle
affermazioni di chi vi è sottoposto? secondo la ricerca
no! perchè ci sono troppe variabili soggettive da tenere
d’occhio, senza contare il fatto che, quelle stesse
variabili si possono manipolare con l’esercizio.
Secondo una recente ricerca la chiave starebbe
nei nostri stili cognitivi. Continua a leggere…

Bene la carrellata, per ora, è terminata…ci sono ancora
degli articoli che non ho avuto il tempo di “stanare” ma
che presto andranno a far parte di questo post…infatti
lo aggiornerò spesso 😉

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
cancellare_brutti-ricordi-psicologia-traumi-stress-post-traumatico1
Psicologia: “eliminare i brutti ricordi”
placebo-e-nocebo1
Psicologia: “placebo…è tutto vero”
psicologia_depressione_itelligenza_emotiva1
Intelligenza Emotiva: “trattenere le emozioni positive”
senso-di-colpa1
Psicologia: “superare il senso di colpa”
Globo_guerrero_DHE_PNL1
PNL e DHE: “Come diventare più intuitivo e centrato” ;-)
ipnosi_jeffrie_zeig1
Ipnosi: intervista a Jeffrie Zeig
Ipnosi_pura_erickson_lankton_zeig_mauri_romagnoli_barachetti1
Ipnosi: Camillo Loriedo e l’ Evolution Conference of Psychotherapy
mindfulness-meditazione-apprendimento-memoria-lavoro1
Meditazione: 6 passi per migliorare l’apprendimento attraverso la mindfulness
11 Commenti

Lascia il tuo commento

Nome*
Sito Web

Il tuo Commento*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK