Psicologia: “Come scoprire le bugie”

Ciao,

se segui il blog sai che ho scritto molti articoli che parlanodi “come smascherare le bugie”. Questo argomentoè diventato piuttosto noto dall’arrivo di “Lie to Me”, unbellissimo telefilm ispirato dagli studi di Paul Ekman. Suquesto argomento “ho scritto tanto”, per questo hodeciso di raccogliere i migliori articoli e di inserirli qui…Smascherare le bugie per risparmiare denaro

Ti piacerebbe se tutte le volte che le compagnie telefonichecercano di farti cambiare piano telefonico o il tuo consulente
finanziario” vuole farti investire in qualcosa…avere a unamacchina della verità con te? In questo audio esercizio ti
mostro una tecnica che ho preso in prestito dal mentalismo
per “sbugiardare i furfanti”. Come ogni tecnica che si basi
sulle abilità di “osservazione” (calibrazione) funziona con
dovuto esercizio…

Come si svelano le menzogne?Esistono numerosi miti su questo argomento che vannodal comportamento non verbale ad alcune azionicomplesse che il mentitore metterebbe in atto. In questoarticolo scoprirai quali sono gli errori più comuni di chi”cerca di smascherare le bugie” e anche quali sono alcunidei risvolti scientifici più importanti in questo campo…

Genna in Tv per svelare le menzogne 😉Nella puntata del 3 febbraio 2010 sono stato ospite diuna nota trasmissione della Rai…”Festa Italiana” come”esperto di bugie”. In questo articolo trovi il videocompleto…ti avviso non ci ho fatto una bellissimafigura perchè, in corsa, sono state cambiate tantecosine…ma è stato comunque per me una avventurainteressante 😉

5 cose da notare per svelare le bugieLe menzogne si riconoscono meglio dalle espressioni delviso oppure dal tono di voce? Uno studio controverso cimostra come il tono di voce sia decisivo nello svelare lemenzogne…forse più degli atteggiamenti non verbaliche di solito si tirano in ballo per questo argomento…

La calibrazione e segnali non verbali:Uno degli aspetti più interessanti della comunicazionenon verbale sono gli indizi (gesti e atteggiamenti nonverbali) che hanno veicolano un significato preciso.Purtroppo questi sono davvero pochi, ma gli studi diPaul Ekman sulle emozioni ci dimostrano che non èproprio così ….

Lie to MeQuesto è il primo post dove parlo del famoso telefilm”Lie to Me”, molto prima che uscisse in Italia. Per questedritte devo ringraziare il mitico Zio_hack che, penso, siastato il primo in Italia a parlare di questo fenomeno: cioèquello dei telefilm a “sfondo psicologico!”.

Il METT di Paul EkmanIl Micro Expression Training Tool …ossia un vero e propriotraining online per imparare a riconoscere le espressioniin tempo reale (le microespressioni). In questo post mettoin “mostra” 😉 i certificati che puoi ricevere semplicementegiocando e allenandoti online (ci tengo a sottolineare chenon prendo il becco di un quattrino per consigliartelo ;-)).

Esistono gesti Universali?Questa è una delle domande più interessanti nel mondodella comunicazione non verbale, dove la maggior partedei gesti non hanno un solo e semplice significato. Infattidire che …ad esempio…grattarsi il naso significa che staimentendo è una malformazione semantica che in PNLviene chiamata equivalenza complessa. Dove X significaY e non ha una corrispondenza reale nella realtà…

Le tre emozioni di chi menteSe è possibile svelare le menzogne attraverso il linguaggionon verbale, con le microespressioni…..quali sono quelleche se messe a “nudo” rivelano la menzogna? pare chesiano 3 – Il senso di colpa per aver mentito – La pauradi essere scoperti e – la soddisfazione di averla fattafranca…

Tutti mentono?Uno studio molto interessante ci mostra che “tutti in unaqualche misura mentiamo”. Meidamente pare che tuttimentano… la causa principale è la desiderabilità sociale,cioè “apparire migliori agli occhi degli altri”… Una ricercaa questo proposito rivela che le persone mentonomediamente 3 volte ogni 10 minuti :-O

Macchina della verità e questionariIl poligrafo o macchina della vertià è davvero in gradodi fornire dati attendibili sulla veridicità delleaffermazioni di chi vi è sottoposto? secondo la ricercano! perchè ci sono troppe variabili soggettive da tenered’occhio, senza contare il fatto che, quelle stessevariabili si possono manipolare con l’esercizio.Secondo una recente ricerca la chiave starebbenei nostri stili cognitivi. Continua a leggere…

Bene la carrellata, per ora, è terminata…ci sono ancoradegli articoli che non ho avuto il tempo di “stanare” mache presto andranno a far parte di questo post…infattilo aggiornerò spesso 😉

Se ti è piaciuto clicca su “mi piace” :)

a prestoGenna

Spunti bibliograficiP. Ekman “Giù la maschera” (2007) ed. Giunti

P. Ekman “I volti della menzogna” (1989) ed GiuntiC. Darwin e P. E. “L’espressione delle emozioni” (1998) Ed. Bollati Boringhieri

P. Ekman “Te lo leggo in faccia” (2010) Ed. Amrita

P. Ekman “La seduzione delle bugie” (2009) Ed. Di Renzo Editore

P. Ekman “Le bugie dei ragazzi” (2009) Ed. Giunti

J. Navarro “Non mi freghi” (2009) Ed. Sonzogno

G. Romagnoli “Rilassamento Dinamico” (2008) Ed. Bruno Editore

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
creativit%C3%A0_metodo_scientifico1
Creatività: “limitare le scelte può rendere più creativi”
algologia_terapia_del_dolore_psicologia1
Controllo del dolore: “come diminuire il dolore osservandolo”
PWA-Derren-Brown1
Messaggi subliminali: Derren Brown e i PWA :-)
Businessman covered with memos on white background
Sviluppo Professionale: il multitasking
Pnl…il modello…l’enciclopedia…
giacomo-bruno-gennaro-romagnoli1
Sviluppo Personale: “2° evento autori Bruno Editore”
Francesco-Tesei1
Mentalismo e Psicologia: “Derren Brown e Francesco Tesei”
bugie_emozioni_ekman1
Svelare le bugie: “5 leve per rivelare la paura di essere scoperti”
11 Commenti

Lascia il tuo commento

Nome*
Sito Web

Il tuo Commento*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK