Ipnosi: Induzione bandler…”imparare l’iduzione ipnotica”

Ciao,

ti ricordi il post sul “fare finta di andare in trance“? Oggi ti mostro qualcosa di “simile”…cioè di quanto possa essere efficace “ricordare una trance precedente”. Ernest Rossi ha affermato che la ogni apprendimento è “stato dipendente”, in altre parole… se hai sperimentato una sensazione in un determinato contesto è più semplice evocarla…

 

Hai sentito l’audio? è davvero eccezionale l’uso che Bandler fa del linguaggio. L’induzione è stata tratta dallibro “Il Potere dell’inconscio e della PNL“, di cui ti ho già largamente parlato. L’induzione non è identica perché mi piace fare in modo che gli esercizi siano ilpiù utili possibile e, con tutta probabilità quella è unainduzione fatta dal vivo…mentre la nostra no!

L’audio che hai ascoltato è un esempio molto bello edelegante ma sempre un esempio… di come puoi utilizzare”le trance precendenti”…per esercitarti… Rossi ha definitoogni stato di coscienza come “stato dipendente”…in praticase sei andato in trance in un determinato modo tenderai aritornarci con maggiore facilità ripetendo quel modo. (uncondizionamento) Ora ti invito a costruire la tuainduzione basandoti sulle “trance precedenti”…attraverso i modelli linguistici della PNL:

1) Trova una “esperienza universale” in ognuno possasentirsi veramente tranquillo e rilassato. Come ad esempiofare un bagno caldo, una sauna, essere immersi inpaesaggi naturali, ecc…

2) Utilizzando i modelli linguistici, costruisci 10 storie/induzioni in grado di accrescere il “già naturalebenessere indotto dall’esperienza scelta nel punto 1. Utilizza tutte le lezioni di Ipnosi che hai ricevuto sino adora e in modo particolare sii…abilmente vago!

3) Sovrapponi le modalità sensoriale, stando beneattento nell’utilizzarle tutte… e stando bene attento che ipassaggi fra una e l’altra siano ben strutturati…

4) Inserisci nella induzione una entrata ed una uscita fallo, come dice spesso lo Zio Richard ” con un bello strato di suggestioni positive”…

5) Testa l’induzione su qualcuno oppure, ancorameglio, registrala e testala su te stesso.

In realtà…non tutti sanno come si costruisce una induzione ipnotica…eppure il semplice ricordarla tipermette di poterci lavorare… lo scopo principale diquesto auto-esercizio è quello di apprendere come siapossibile fare quei “cambiamenti specifici” in modonaturale…e ancora una volta sembra che l’ipnosi omeglio…la terapia ipnotica… si ponga come strumento essenziale…

Fammi sapere che cosa ne pensi lascia un commento qui sotto!

A presto
Genna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Ipnosi: “quando visualizzi sei in trance?”
Ipnosi: Furto ipnotico in Russia…Galina Korzhova
Ipnosi: “A Scuola di Ipnosi “
PNL e Ipnosi: Modellamento di Erickson da Stephen Gilligan…
“L’ ingenuità di Milton Erickson” :-O
Milton Erickson e la meditazione …uno strano legame (delirio)
Ipnosi: è utile la trance ipnotica?
Ipnosi dinamica: Stefano Benemeglio e Marco Paret…
2 Commenti
  • Grazie Alex 🙂

  • Ciao…bellissimo quest'audio esercizio devo provarlo subito…oggi a lezione abbiamo parlato del linguaggio, della sua importanza e degli autori che più frequentemente ne fanno la base del loro lavoro…come la professoressa ha iniziato a parlare mi è subito venuto in mente il tuo bloge il tuo lavoro…ancora complimentoni 😉

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK