Ipnosi: condizionamento oflattivo ipnotico

Ciao,

abbiamo parlato moltissime volte di ipnosi e, credo di essereriuscito a farti afferrare “che cosa è” e come funziona. Da pocotempo a questa parte a Gerusalemme nel “Hadassah MedicalSchool” della Hebrew University stnno facendo esperimentidavvero interessanti sul PTSD, o Stress da disturbopost-traumatico.

Lo psichiatra Pesach Lichtenberg hanno notato che spesso iricordi traumatici (e non solo) sono collegati agli odori.Infatti l’olfatto è uno dei pochi sensi che non ha afferenzetalamiche, è come se saltasse un pezzo di tragitto evitandoil “cervello nuovo” per andare direttamente a quellovecchio (quello emozionale).

Il PTSD con il quale hanno a che fare questi ricercatori èlegato ai traumi da guerra…chiaramente fra i peggiori inassoluto. Creando una nuova tecnica terapeutica chehanno battezzato “condizionamento olfattorio ipnotico”.Una tecnica di condizionamento che utilizza la tranceper potenziarne gli effetti.

Come ti ho raccontato più volte, l’ipnosi è una sorta diamplificatore di stati…attraverso questo è possibilemigliorare tecniche che esistono da tempo come: ladesensibilizzazione sistematica ed il condizionamentoclassico. In questo caso i soggetti erano condizionatiad associare un profumo gradevole a sensazioni disicurezza e autocontrollo.

In realtà la trance ipontica è molto molto di più, macomunque benvengano gli “ibridi” se permettono ametodiche datate (come quelle comportamentali)di diventare ancora più efficaci. A quanto pare gliottimi risultati ottenuti da questa ibridazione sonostati pubblicati sulla rivista “International Journal of Clinical and Experimental Hypnosis“…

Il PTSD è uno dei disturbi più comuni e anche piùdebilitanti che ci possano essere. Per questo motivonegli ultimi anni tecniche come l’EMDR, l’EFT, REMe altre…hanno iniziato a spopolare fra terapeuti edistituti ospedalieri. Bisogna comunque tenere semprea mente che la cosa varia moltissimo da persona apersona e che l’entità di alcuni traumi necessita diun processo più soft di altri…

Se hai domande a riguardo, scrivile qui sotto fra icommenti e se vuoi seguire il mio blog, fallo dai mieifeed rss o dal profilo di facebook.

A prestoGenna

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Voglio fare il coach! Professioni d’aiuto…burn-out e limiti personali
Crescita Personale: Ma quanto bisogna crescere davvero?
Sviluppo Personale: “nessuno è perfetto” ;-)
Psicologia: l’anno dei telefilm a sfondo psicologico
A scuola di Ipnosi Vol.7 “Lettura nel pensiero”
Richard Bandler: “Esercizio per la Distorsione Temporale”…
Ipnosi: “Freud aveva già capito tutto?”
Sviluppo Personale: “come uscire dalla profezia che si auto-avvera”
3 Commenti
  • Ciao Genna
    volevo chiederti cosa ne pensi dell'EFT…io sono stata recentemente ad una presentazione ma sinceramente mi convince poco…qual' è (se c'è) la teoria alla base poi non l'ho capito!
    Vorrei inoltre chiederti un parere: un' amica si è offerta come cavia per il mio "corso di ipnosi" per la sua fobia di volare…io ho fatto un'induzione "classica" e una visualizzazione guidata sull'aereo, ancorando la sensazione di tranquillità al gesto di stringere il pugno. Apparte che ha avuto difficolotà a stringere il pugno durante la trance, mi chiedevo se ci fosse un'ancora specifica o più efficace per questo genere di fobie.
    Dopo mi ha detto di essersi molto rilassata e il volo di andata(il giorno dopo) è stata tranquilla…al ritorno invece no(colpa forse anche della maledetta bube:)?!!)
    <grazie per i tuoi post
    Elisa

  • Ciao Andreeeee….

    si..sono qui in Sardegna e mi sto preparando al "meglio" 😉

    Genna

  • Ciao Genna,
    e tu ti sei condizionato postivamente al profumo del "porceddu"? 😉

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK