Ipnosi: the mentalist

Ciao,

questo è l’anno dei telefilm a sfondo…psicologico…da ilmeraviglioso “lie to me” a “the mentalist”. Ho appenafinito di vedere la 18° puntata del mentalista più famosodella televisione e indovina di cosa si parla? di PNL edi Ipnosi…interessante?

Stra interessante visto che, fortunatamente, si palra comesi deve di queste discipline, ovviamente “pigiando un pòsull’accelleratore della fantasia” per rendere il tutto piùspettacolare. La cosa peggiore è la presentazione di”The Mentalist” dove si spiega il significato della parolamentalista…ma tutto sommato “ci stà”;-)

Ma Perchè esaltare un telefilm? …

L’esaltazione deriva dal fatto che lo “spettacolo” in genereha sempre reso un cattivo servizio a chi si occupa di ipnosi.Infatti non è raro che le persone che vengono nel mio studiomi chiedano se, ricorderanno la seduta, se perderanno ilcontrollo o peggio ancora, se saranno “manipolate” 😉

Mentre “the Mentalist” e anche “Lie to Me” sono davveroben fatti. E’ chiaro che non può essere tutto vero quelloche accade…ad esempio nella puntata sulla PNL ci sonopersone ipnotizzate che fanno cose senza renderseneconto ecc…ecc… Ma il tutto è sapientemente annaffiatodi pillole di saggezza. Infatti lo stesso protagonista parla”in modo giusto” dell’ipnosi…

Per quanto, per alcuni, sia affascinane vedere una personasu di un palco mentre fa “la gallina”, l’ipnosi da palcoscenicoha contribuito (e non poco) a creare false convinzioni sulpotere della ipnosi… Per cui ho deciso di scrivere le 5cazzate sull’ipnosi:

1) Perderò la coscienza? No assolutamente, anzi quandouna persona entra in trance la sua coscienza si espande…edanche la sua attenzione. Se dovesse prendere fuoco la stanza,il soggetto “ipnotizzato” sarebbe il primo a scappare…

2) Dimenticherò tutto? l’amnesia è un fenomenospontaneo della trance, ma tutto sommato avviene solo (senon richiesta esplicita mente) per piccole porzioni del discorso.E’ chiaro che si ti parlo per 30 minuti…qualcosa lodimentichi;-)

3) Racconterò segreti e fatti personali? No…se tunon vuoi fare qualcosa in trance, non la farai! La tranceè un amplificatore di quello che già normalmente faresti…

4) Posso “guarire” senza saperlo? No…chi si avvia afare un percorso ipnoterapeutico deve “sbattersi”. Nessunoha la bacchetta magica, operatore e soggetto devono creareuna forte alleanza (rapport) e questo indica un lavoro incooperazione.

5) Ricorderò vite passate? anche la regressione, come laamnesia è un fenomeno spontaneo della trance. Tuttavianessuno è mai regredito spontaneamente nel passato..anchese ultimamente una ragazza mi scrive che con i suoi poterida pranoterapeuta accadonoo cose del genere :-O

Questi aspetti non sono esaustivi…ma ora devo andare e tilascio ad un aggiornamento futuro…se hai delle domandelascia un commento qui sotto…e se non lo hai ancora fattoiscriviti ai miei feed.

A prestoGenna

-3 Giorni al Compleanno della Accademia….preparati;-)

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Come Essere Bravi Capi: 6 Strategie Per Migliorare La Leadership
Psicologia Ambientale: l’influenza dei colori sulle prestazioni cognitive
“Attenzione….Area Video….”
Sviluppo Personale: “come piacere agli altri – i consigli di Benjamin Franklin”
PNL: Credenze ed opinioni sulla crescita personale e sulla formazione
Sviluppo Personale: “l’errore fonda-mentale” ;-)
PNL: Rapport e rispecchiamento uno studio “scientifico”
E-Learning: un “trainer olografico” a casa tua;-)
4 Commenti
  • Ciao Angelo Caduto,
    evidentemente abbiamo studiato da fonti diverse…

  • Non sono d'accordo con il punto 1 perché per quanto ne sò io lo stato di trance viene definito nel pretalk, può essere uno stato più alto di coscienza come non.

    Ed anche il punto 3 è errato. La trance NON è un amplificatore di quello che normalmente faresti, lo dimostra Derren Brown ma anche tanti altri. Certo tutti gli ipnotisti lo ripetono ma è deformazione professionale altrimenti chi si farebbe più ipnotizzare?
    Un bravo ipnotista puà spingerti a fare qualsiasi cosa, questo concetto è qualcosa di intriso in qualsiasi definizione (competente) di ipnosi tu scelga, e questo lo sò bene perché ne ho lette e studiate diverse.

  • Ciao Alessandro,

    sono d'accordo con te, ma per onestà mi sento di dover dare voce anche agli studi della mia scuola che affermano… che la trance di per se non ha effetti terapeutici..

    nonostante Erickson e Rossi lo sostenessero 😉

    Gli stessi studi condotti dall'amisi hanno dimostrato che sono l'amnesia e l'abbassamento di critica i due fenomeni spontanei della trance…io ci ho messo in mezzo anche la regressione come riportato da numerosi altri studi…

    E' il rapporto che cura non la trance 😉

    Genna

  • Ciao,

    amnesia e regressione sono fenomeni della trance, e come tali possono essere sia spontanei che richiesti, al paqri ad esempio della distorsione temporale. La utilizzo sempre alla fine delle sedute, come convincer, sia in forma diretta che indiretta.

    Nella trance la guarigione è spontanea e a volte inavvertita o inconsapevole. Soggetto con psoriasi, prima seduta per "verificare" il soggetto. La psoriasi sparisce dopo poche ore. Semplice test ipnotico su un soggetto con un disturbo compulsivo, il disturbo cessa subito dopo. Posso immaginare che sarebbero "guariti" ugualmente, ma mi sento di dire che c'è un rapporto di causa effetto tra l'ipnosi e quello che è successo, e in questo caso si trattava solo di semplice ipnosi, non erano nemmeno state formulate suggestioni specifiche.

    Non voglio sottostimare la determinazione che deve avere il cliente, solo far notare che a volte l'ipnosi basta in quanto tale, poiché la "guarigione" è essa stessa un fenomeno dell'ipnosi.

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK