Ipnosi: l’orecchio che “ascolta meglio”

Ciao,

abbiamo parlato molte volte di ipnosi…ma non ti ho mai accennato alle doppie induzioni, si tratta di una tecnica utilizzata da Milton Erickson. E’ una induzione fatta da due ipnotisti su un unico soggetto, ognuno verbalizza la propria induzione stando a lato del soggetto.

Si sono ricamate un sacco di leggende su questa tecnica e anche abbozzi teorici basati sulla lateralizzazione emisferica, cioè il fatto che abbiamo due emisferi “diversi”. In pratica chi parla nell’orecchio destro dirà cose che occupino la razionalità, mentre chi parla nel sinistro parlerà in modo emotivo, con metafore e immagini evocative.

Le ricerche sperimentali sulla doppia induzione sono rari,di recente uno studio tutto italiano ha dimostrato che, è l’orecchio destro quello che ascolta di più, ed è anche quello da cui le informazioni diventano più convincenti molto interessante per chi utilizza l’ipnosi…

Come detto molte volte, nei primi aspetti della induzione ipnotica è quello di “distrarre l’emisfero dominante” per poter raggiungere quello non dominante…o in altre parole superare il fattore critico. Per questo motivo, se conosci un po’ gli studi sull’ipnosi la notizia non ti avrà sorpreso.

Queste descrizioni anatomiche valgono chiaramente per chi è destrimane, e per una gran parte dei mancini. Infatti solo il 20% di mancini ha, come emisfero dominante, il destro.

Il percorso del messaggio ipnotico è questo:

Orecchio destro> emisfero sinistro, elaborazione linguistica e semantica> orecchio sinistro> emisfero destro, elaborazione extralinguistica (non verbale). Questo rimbalzo fra destra e sinistra è un processo continuo e, quando il soggetto è addestrato alla trance, la dominanza emisferica si ribalta:-O

Esatto, nonostante esistano tanti indizi della trance, fra quelli scientificamente riconosciuti ma poco conosciuti c’è: l’ inversione emisferica. Vederlo è davvero sorprendente,attraverso un poligrafo è possibile analizzare l’attività di entrambi gli emisferi…e durante l’entrata in trance si vede un graduale ribaltamento della attività elettrica del cervello.

L’esperimento di Luca Tommasi e Daniele Marzoli della Università di Chieti è molto interessante per chi come me adora l’ipnosi. Infatti prova, in parte, la teoria della doppia induzione e dà anche un ottimo consiglio:

…parlare all’orecchio destro del tuo interlocutore, può aiutarti nell’influenzarlo“!

Tu che cosa ne pensi? Lasciami un commento qui sotto e se non lo hai ancora fatto iscriviti ai miei feed rss.

A presto
Genna

 

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Ipnosi: rapimenti alieni e ipnosi regressiva
“L’ ingenuità di Milton Erickson” :-O
PNL e Ipnosi: Modellamento di Erickson da Stephen Gilligan…
Milton Erickson: sviluppare la creatività …l’atto terapeutico come atto Creativo…
Meditazione e Ipnosi: Come Funzionano ?
Ipnosi: 18° Congresso mondiale di Ipnosi Roma (ISH)
Crescita Personale: Un Mindset per cogliere le opportunità della vita
Ipnosi: è utile la trance ipnotica?
4 Commenti
  • Ciao Max,
    in teoria non esiste un modo per scoprirlo facilmente… Ho appena chiesto ad una amica professoressa che si occpa di queste cose…appena ho risposta ti faccio sapere..

    Per quanto mi riguarda non penso che ci siano grosse differenze…in fin dei conti ciò che è importante è lasciarsi andare e credere nell'effetto di quelle suggestioni

    Genna

  • Ciao Genna,
    sono mancino e sto usando i cd allegati ai libri di Paul Mckenna: cambia vita in 7 gg e sicuro di se' in un attimo. In queste registrazioni e' usato il sistema della doppia induzione. Nel caso che io fossi in quel 20% che ha l'emisfero dominante destro, dovrei invertire i canali audio? Come faccio a capire se sono in quel 20% ?

    Grazie.
    Ciao

    Max

  • Ciao josè!!

    se parliamo alle due orecchie, utilizzando due moduli linguistici diversi (al destro razionale-logico…sinistro emotivo analogico), il soggetto va velocemente in trance…

    L'inversione emisferica non è una inversione funzionale (cioè di funzionamento)ma di attività, l'emisfero destro resta quello emotivo e viceversa…quindi si continua nello stesso modo 😉

    Mi sono spiegato meglio?
    Un abbraccio
    Genna 😉

  • Ciao Genna!
    Sei riuscito a confondermi le idee!
    Dunque, ricapitolando: se io e te parliamo contemporaneamente ad un soggetto, io a destra e tu a sinistra; io lo distraggo raccontandogli una storia e tu mandi le induzioni, funziona sempre?
    Oppure arriva il momento in cui il soggetto inverte il funzionamento e dovremmo fare a cambio posto io e te?
    :-S

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK