Ipnosi da Palcoscenico (Stage Hypnosis)

Ciao,

da un bel po’ di tempo ti racconto dell’ipnosi e dellesue diverse e affascinanti proprietà, sia terapeuticheche comunicazionali.

Tuttavia l’ipnosi più nota al grande pubblico èsicuramente quella da palcoscenico…

L’ipnotizzatrice è Serena Petrella, che è chiaramenteuna donna di spettacolo.. una delle più ricercatiipnotizzatrici da palcoscenico…

Nonostante ciò voglio mettere in guardia chi nonconosce a fondo il fenomeno e crede di essere inpresenza di qualcosa di “magico”.

Non c’è nulla di magico, infatti il “non riuscire a direil proprio nome” è solo fra i primi gradi delle scaledi ipnotizzabilità…

Non vorrei sbagliare ma penso sia il terzo stadio, inpratica esistono delle inutili;-) scale di ipnotizzabilitàdove si parte per gradi…per raggiungere fenomenisempre più “sorprendenti”.

In quest’altro esperimento vedete l’ipnotizzatriceche “convince il tizio” di essere incinto;-) ilfenomeno è decisamente divertente…

Anche qui ci troviamo di fronte a qualcosa di moltosemplice… l’unica cosa complessa è stata trovareil fenomeno divertente ed inusuale…in somma lacreatività di Serena nel capire che l’incintofa spaccare dalle risate;-)

Se noti Serena Petrella, parla con il soggetto soloche non usa il microfono e quindi non la senti;-)

La cosa più “triste” di questi fenomeni è che spessotraviano le persone facendogli pensare che questasia l’ipnosi…mentre in realtà è una blanda esimpatica suggestione…

Spesso le persone si rivolgono a questi professionistiper ottenere dei risultati terapeutici…e indovina?NON funziona! o funziona per un breve periodo…

Esistono purtroppo diverse scuole italiane che sonorimaste a questa concezione di ipnosi…se tu fai partedi queste t’invito a leggerti un pò di letteratura inmerito…

Infatti, pare che l’ipnosi da palcoscenico sia l’unicae vera “ipnosi pericolosa”… per due motivi:

1) Fa emergere problemi latenti, psicosi ecc…

2) Fa male alla schiena se si viene messi fra duesedie e qualcuno ti cammina sopra;-)

Detto questo spero di non aver urtato i tuoi sogni daipnotizzatore da palcoscenico…ricordandoti che èsemplicemente un fenomeno da palcoscenicosenza alcuna finalità terapeutica.

Fare ipnositerapia o psicoterapia ipnotica è tuttauna altre cosa…è più complesso richiede un profondo studionon solo dell’ipnosi ma anche di altre cose…che un”ipnotizzatore da palcoscenico” raramente conosce;-)

Per concludere voglio “spezzare una lancia” in favoredi Serena Petrella perchè è davvero brava nonsolo come ipnotista da palcosenico ma anchecome mentalista…Brava:-)

“Senti un irrefrenabile desiderio di iscriviti ai miei Feed per restare in contatto con me;-))”

A prestoGenna

Ps. Ringrazio tutti i partecipanti al corso di ieri, è statauna splendida avventura…che si ripeterà fra circa unmesetto 😉

Iscriviti! Riceverai le nuove puntate del podcast. Subito in regalo 237 audio per la tua crescita personale!

Articoli Correlati:
Sviluppo Personale: “5 passi per migliorarsi semplice-mente”
PNL: Rapport…la scienza ci arriva con i suoi tempi ;-)
A scuola di Ipnosi Vol.4 “La sciolina degli ipnotisti”;-)
Questo video è pazzesco…(Qigong)
Crescita personale: “perchè una pratica invece che la tecnica?”
Energie sottili…o sottili energie?;-)
Psicologia del Benessere: Martin Seligman parla di Tony Robbins al TED;-)
Ipnosi: Camillo Loriedo e l’ Evolution Conference of Psychotherapy
2 Commenti
  • De nada Raffale,

    Serena Petrella è davvero brava come showmanship…mi piacerebbe vederla cimentarsi in qualcosa in stile Derren Brown 🙂

    “Si…quei messaggi di Followup stavano iniziando ad “infastidirmi”…ho dovuto fare una scelta radicale…you know ;-)”

  • Niente male questa Serena Petrella 🙂 !
    P.S. Grazie per l’e-Book “”I 10 Nemici dello Sviluppo Personale”.
    Avevo già letto con grande interesse i singoli messaggi e-mail, ma l’e-book mi piace di più perchè così posso leggere tutto in una volta sola 🙂 .

Lascia il tuo commento

Il tuo Commento*

Nome*
Sito Web

Questo sito web utilizza i cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l'utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy Policy

OK